« Tutti gli articoli della categoria Milanissimo

Mille volte Carletto!

Del 24/02/2017 di PierGiorgio Danuol


Mille volte Carletto! Traguardo prestigioso per il nostro Carletto Ancelotti, mille panchine in carriera, da Reggio Emilia a Monaco di Baviera.

Bayern Monaco contro Amburgo, una gara qualsiasi per molti, una delle tante gare del fine settimana calcistico, un'altra giornata della Bundesliga; eppure per qualcuno quella di domani all'Allianz Arena non sarà una partita come le altre ma una gara che segnerà un traguardo prestigiosissimo, iniziato nel lontano 1995. Stiamo parlando di Carlo Ancelotti, il mister di Reggiolo che taglierà il traguardo delle mille panchine! E' il 1992 quando Ancelotti appese le scarpe al chiodo per seguire il suo maestro Arrigo Sacchi in Nazionale, tre anni accanto a colui che trasformò l'utopia in realtà e poi la decisione di mettersi in-proprio, nella sua terra, alla guida della Reggiana. L'inizio fu tutt'altro che entusiasmante, la squadra ultima in classifica, i risultati che non arrivano ma Carletto, così come la società, non molla ed alla fine arriva la promozione in Serie A. Fu il trampolino di lancio, prima il Parma poi arrivò la chiamata della Juventus ma in bianconero dovette accontentarsi di due secondi posti e di un'accoglienza non proprio idilliaca, finché non arrivò la chiamata del Milan, il 5 novembre 2001 quando ormai sembrava destinato a ritornare sulla panchina gialloblu. La carriera in rossonero fu coronata da successi in campo nazionale, continentale e mondiale, uno  scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, due Champions League, due Supercoppe Europee, un Mondiale per Club, otto trofei e ben 420 panchine, 238 vittorie, 101 pareggi e 81 sconfitte, secondo allenatore per presenze dietro a Nereo Rocco, appena 39 panchine dal record rossonero. Come dimenticare l'invenzione di Andrea Pirlo, l'albero di Natale, lo schierare insieme Rui Costa, Pirlo, Rivaldo, Seedorf, Inzaghi e Shevchenko? Partite indimenticabili come quella perfetta del 2 maggio 2007 contro il Manchester United, il derby vinto in rimonta per 3 a 2, le vittorie a Monaco di Baviera, La Coruna, la finale di Atene che fece dimenticare Istanbul, il 4 a 2  nel 2007 contro il Boca Juniors che rimediò alla sconfitta di due anni prima, sono troppe le gioie regalate da Carletto al popolo rossonero, si rischia di dimenticarne qualcuna, non si scorderà mai invece il suo canto nel prato di San Siro dopo la vittoria per 2 a 1 contro il Liverpool del 2007, quel suo “Alè, Alè, Alè Milan Alè, forza lotta vincerai non ti lasceremo mai”!!! Unico, grande ed inimitabile Carletto!
I suoi trionfi sono proseguiti a Londra con il Chelsea, un campionato vinto, una FA Cup, una Community Shield, un altro campionato a Parigi alla guida del PSG, la consacrazione internazionale con il Real Madrid a cui regala la mitica “decima”, la Coppa dei Campioni che altri suoi predecessori avevano tentato invano di conquistare ma non contento aggiunge una Coppa del Re, una Supercoppa Europea ed un Mondiale per Club. Non contento dell'avventura spagnola decide di confrontarsi con il calcio tedesco, sostituisce Guardiola alla guida del Bayern Monaco e conquista subito una Supercoppa di Germania e attualmente in testa al campionato ed in corsa in Champions League. “Sono molto felice di tagliare domani questo traguardo. Ricordo ogni singola partita in cui sono stato in panchina e sono pronto ad affrontarne altre mille. Rispetto alla prima è cambiato poco: il cuore batte ancora fortissimo, sono nervoso ed eccitato, penso alla strategia da sviluppare”, queste le dichiarazioni di Ancelotti alla vigilia della millesima avventura.
Allenatore tra i migliori nella gestione del gruppo, grande calma e tranquillità che sa infondere alla squadra, motivatore silenzioso, amatissimo da tutti i tifosi, apprezzato dai presidenti, mai una polemica, un gesto fuori posto, una totale serenità nel guidare la rosa, non c'è calciatore che non ne parli in maniera positiva, da quelli normali ai fuoriclasse, Maldini e Cristiano Ronaldo su tutti.
Arrivano mille panchine ma ce ne saranno molte altre perché Carletto non ha intenzione di smettere, sempre alla ricerca di nuovi stimoli, traguardi da conquistare, vittorie da regalare con quell'aria da “bonaccione” che risulta difficile non apprezzare. E poi quel suo famoso sopracciglio, un gesto fisso che lo contraddistingue da sempre, un marchio di fabbrica su cui lo stesso Ancelotti ci scherza; "E' qualcosa che non riesco a controllare, ogni tanto mi stupisco quando mi rivedo in televisione, si alza senza controllo”.
Auguri di cuore Carletto nostro, altre decine, centinaia di panchine e con un sogno di molti tifosi rossoneri che un giorno tu possa battere il record di Nereo Rocco e diventare il mister più presente in rossonero. Forse un sogno a cui sei andato vicino un anno fa prima di andare in Germania, una piccola speranza per il popolo rossonero che di ritorni più o meno romantici se ne intende!


Piergiorgio Danuol

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di PierGiorgio Danuol
Juventus - Milan 2 - 1, le pagelle rossonere
Del 11 Marzo 2017
Donnarumma super, bene Deulofeu.
Le pagelle di Milan - Chievo 3 - 1
Del 05 Marzo 2017
Bacca il migliore, bene Sosa e Deulofeu
Campionato 2016-2017, Sassuolo - Milan 0 - 1
Del 03 Marzo 2017
Nono goal in campionato per Bacca
Campionato 2016-2017, Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 25 Febbraio 2017
Prima rete in rossonero per Deulofeu
Le pagelle di Milan - Fiorentina 2 - 1
Del 20 Febbraio 2017
Kucka e Deulofeu i migliori, male Bacca
Campionato 2016-2017, Lazio - Milan 1 - 1
Del 15 Febbraio 2017
Sesta rete stagionale per Suso, quinto pareggio in campionato
Le pagelle di Lazio - Milan 1 - 1
Del 14 Febbraio 2017
Donnarumma e Suso salvano il Milan, ottimo ingresso di Sosa
Campionato 2016-2017, Bologna - Milan 0 - 1
Del 11 Febbraio 2017
Vittoria in nove contro undici, giĆ  sette espulsioni in campionato
Le pagelle di Bologna - Milan 0 - 1
Del 08 Febbraio 2017
Donnarumma il migliore, bene Deulofeu
Campionato 2016-2017, terza giornata di ritorno, Udinese - Milan 2 - 1
Del 04 Febbraio 2017
Seconda sconfitta consecutiva, zero punti con Napoli ed Udinese tra andata e ritorno
Cerca