« Tutti gli articoli della categoria Serie D

L’Agnone si aggiudica il derby con l’Isernia, il Trivento consolida la quinta posizione

Del 02/04/2012 di Daniele Manuelli


L’Agnone si aggiudica il derby con l’Isernia, il Trivento consolida la quinta posizione Pareggia il Teramo a Recanati, vincono le inseguitrici Ancona e Sambenedettese. Il Trivento si porta a+ cinque sull'Isernia che perde il derby molisano con l'Agnone.

Procede l’avvicinamento della capolista Teramo al mondo dei professionisti. A Recanati la vittoria viene negata da due pali colpiti da Borrelli e Masini. Lo zero a zero finale accontenta alla fine entrambe le compagini che muovono la classifica in vista dell’obbiettivo finale. Aspettando la gara odierna tra  San Nicolò e Civitanovese vincono le inseguitrici Ancona e Sambenedettese.  L'Ancona espugna il Comunale di Canistro e porta a casa tre punti grazie alle reti al 31' e al 61' di  Genchi e in pieno recupero di Santoni. La Sambenedettese vince di misura a Rimini contro il Real ottenendo il 24° risultato utile consecutivo. Il goal partita arriva al 24’ della ripresa: su traversone di Di Vicino, Carpani  di testa anticipa l'uscita difettosa di Landi ed insacca. In zona play off il Trivento consolida la quinta posizione battendo sul neutro di Capriati al Volturno (Ce) l’Atessa. La partita viene sbloccata da Berardi, rimane equilibrata per 60’ prima che Guglielmi trovi il goal del raddoppio dopo che si era visto annullare altri due goal. L’Atessa ha il merito di riaprire la gara approfittando anche di un errore di Straface che permette a Mainella di dimezzare le distanze. Guglielmi dal dischetto porta il Trivento sul + due  ponendo la fine del match sul definitivo 3-1. Proprio il successo dei gialloblu consente di distanziare l’Isernia (sesta) che ad Agnone perde un incredibile derby per tre a due. Ora la zona play off è lontana cinque lunghezze. La gara per i pentri si era messa subito bene con Covelli che di testa sfruttava al meglio un assist di Di Pastena. Keità dall’altra parte faceva le prove del goal colpendo prima la traversa e poi concretizzando nel migliore dei modi il pressing granata. Nella ripresa, l’ex biancocleste Sivilla con una doppietta stendeva gli ospiti rendendo vano il goal di Digno.  Per la zona rossa della classifica la Jesina si sbarazza della Santegidiese con un rotondo 5-0. I “leoncelli” tornano a vincere dopo sei turni d’astinenza. Frulla apre le danze per i padroni di casa che bissano ad inizio ripresa con Sebastianelli. Nel finale complice anche l’espulsione di Sosi, i marchigiani dilagano trovando altre tre reti ad opera di Rossini, Invernizzi e di Gabrielloni su calcio di rigore.
Si aggiudica il derby dell’Adriatico la Vis Pesaro che a domicilio batte il Riccione per uno a zero. Il goal partita arriva da Vicini ad inizio ripresa. Per i pesaresi da segnalare  un calcio di rigore sbagliato da Bellucci sul finire del primo tempo.
Chiude la giornata il pareggio a reti bianche tra Miglianico e Renato Curi Angolana. Risultato che prolunga la striscia di gare utili consecutivi degli ospiti giunti a quota otto. Per il Miglianico qualche recriminazione arbitrale ma alla fine il risultato rispecchia l’andamento della gara.
Daniele Manuelli

(foto ultrasisernia.wordpress)

Commenta l'articolo
(L'indirizzo e-mail non verrà visualizzato)

Dichiaro di accettare e aver preso atto dell'informativa resa sul trattamento dei miei dati personali



Tutti gli articoli di Daniele Manuelli
Alberto Bigon
Del 23 Dicembre 2011
In 9 stagioni 329 presenze e 90 reti. Nella stagione 89/90 allena il Napoli conquistando uno scudetto (contestato) proprio ai danni del Milan.
Fabio Cudicini
Del 29 Dicembre 2011
Soprannominato il "Ragno Nero". Con il Milan vanta 127 presenze. Vince campionato, coppa Italia, coppa Campioni, coppa delle Coppe e coppa Intercontinentale.
Romeo Benetti
Del 29 Dicembre 2011
Mediano dal vizio del goal. Con il Milan vanta 170 presenze complessive e 32 goal.
Dario Donà
Del 29 Dicembre 2011
Ai tempi della caduta in serie B, il Milan ha messo le basi per un futuro roseo, facendo crescere giovani di grandi talento che sarebbero stati protagonisti nella massima serie. Tra questi c'era anche chi non è riuscito ad emergere: Dario Donà.
1899-1900
Del 29 Dicembre 2011
Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari! Parole di Herbert Kilpin
1901-1902
Del 31 Dicembre 2011
Il Milan concede la rinvincita al Genoa e vince per la terza volta la medaglia del Re
1900-1901
Del 31 Dicembre 2011
Dopo due anni dalla sua nascita il Milan vince il suo primo titolo nazionale battendo il temutissimo Genoa
1902-1903
Del 31 Dicembre 2011
Il Milan è la squadra lombarda più seguita lo testimoniano anche i vari tornei fatti in giro per la regione
1903-1904
Del 31 Dicembre 2011
Campionato a senso unico con il Genoa ancora protagonista e con i rossoneri che vengono superati dalla Juventus
1904-1905
Del 31 Dicembre 2011
Il Milan si aggiudica la Palla Dapples torneo considerato da molti più importante del campionato

Milan NEWS

Berlusconi in visita a Milanello
Prima visita ufficiale dell'era Inzaghi. Incontrato allenatore e giocatori
[... continua]
Balo, tentazione Premier
Il destino di Balotelli viaggia tra Milano e Liverpool. Attenzione anche all'interesse di Chelsea e Arsenal.
[... continua]
Rabiot, l'idea a centrocampo
Blitz a Parigi per trattare con il PSG. Il talentino francese piace ai rossoneri che si fanno avanti.
[... continua]
Video puntate
ATUTTOSPORT20-05-13
Archivio video »
da twitter