6 gennaio Il comitato ha citato in giudizio i servizi segreti per i testi distrutti

WASHINGTON (AP) — Una commissione della Camera sta indagando sull’attacco al Campidoglio degli Stati Uniti I servizi segreti hanno citato in giudizio gli agenti venerdì sera per i messaggi di testo che avrebbero sparato il 6 gennaio 2021, mentre il gruppo sondava le azioni di Donald Trump durante l’assedio mortale.

Il presidente del comitato Penny Thompson, D-Miss., ha dichiarato in una dichiarazione che il comitato comprende i “messaggi distrutti”. Thompson ha delineato una scadenza ravvicinata per produrre i documenti entro martedì.

“L’USSS, come parte di un” programma di sostituzione del dispositivo “, ha distrutto i messaggi di testo a partire dal 5 e 6 gennaio 2021”, ha detto Thompson venerdì alla fine. “Il team è alla ricerca di messaggi di testo e dichiarazioni d’azione pertinenti pubblicati da tutte le unità della USSS, relativi o in qualsiasi modo correlati agli eventi del 6 gennaio 2021”, ha affermato.

I servizi segreti non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Le citazioni sono arrivate poche ore dopo che il pannello di nove membri ha ricevuto un briefing a porte chiuse dal controllore del Dipartimento per la sicurezza interna, che sovrintende ai servizi segreti. L’organismo di vigilanza ha informato i legislatori sui risultati secondo cui i servizi segreti avevano cancellato i testi dal 6 gennaio, secondo due persone che hanno familiarità con la questione.

Gennaio. 6 Per la giuria, la scoperta del cane da guardia ha sollevato la prospettiva sorprendente della perdita di prove che potrebbero fare più luce sulle azioni di Trump durante la rivolta, in particolare dopo le precedenti testimonianze sugli scontri del presidente con la sicurezza quando ha cercato di unirsi ai sostenitori al Campidoglio.

È stata una mossa rara da parte del comitato emettere un mandato di comparizione a un dipartimento del ramo esecutivo.

Mentre i legislatori sono rimasti a bocca aperta su ciò che hanno sentito, il briefing a porte chiuse con l’ispettore generale Joseph Gaffari è arrivato due giorni dopo che il suo ufficio ha inviato una lettera ai capi delle commissioni per la sicurezza interna della Camera e del Senato. 5 gennaio e gen. 6, 2021, afferma che gli agenti dei servizi segreti hanno distrutto i messaggi “come parte di un programma di sostituzione del dispositivo”. La lettera diceva che la rimozione è avvenuta dopo che il cane da guardia ha richiesto documenti agli agenti come parte delle sue indagini sugli eventi che circondano l’attacco del 6 gennaio.

5 gennaio e gen. Il pannello ha richiesto per la prima volta record elettronici a metà gennaio per tutte le comunicazioni ricevute o inviate dai dipendenti del DHS tra il 7, 2021.

Thompson, il presidente democratico del comitato della Camera il 6 gennaio, ha dichiarato venerdì all’Associated Press che il comitato sta esaminando più a fondo se i record sono andati perduti. “Ci sono alcune posizioni contrastanti su questo”, ha detto il legislatore del Mississippi.

Questa spiegazione privata è stata confermata da due persone a conoscenza della questione, che hanno parlato in condizione di anonimato per discuterne con l’Associated Press.

Il servizio segreto insiste sul fatto che siano state seguite procedure adeguate. Anthony Guglielmi, portavoce dell’agenzia, ha dichiarato: “E’ falso suggerire che i servizi segreti abbiano dolosamente cancellato gli sms a seguito della richiesta. In effetti, i servizi segreti hanno collaborato pienamente con l’OIG in ogni modo: interviste, documenti, e-mail o messaggi di testo.

Ha affermato che i servizi segreti hanno iniziato a ripristinare i suoi dispositivi mobili alle impostazioni di fabbrica nel gennaio 2021 “come parte di una migrazione di sistema pre-pianificata di tre mesi”. In quel processo, alcuni dati sono andati persi.

L’ispettore generale ha richiesto le comunicazioni elettroniche per la prima volta il 26 febbraio, “dopo che la migrazione è andata bene”, ha detto Guglielmi.

I servizi segreti hanno affermato di aver fornito all’ispettore generale un numero significativo di e-mail e messaggi di chat contenenti conversazioni e dettagli relativi al 6 gennaio. Ha anche affermato che i messaggi di testo della Polizia della Capitale in cerca di aiuto il 6 gennaio sono stati assicurati e consegnati all’ufficio dell’ispettore generale.

La commissione per la sicurezza interna e gli affari governativi del Senato, che ha giurisdizione sul Dipartimento per la sicurezza interna e sui servizi segreti, sta cercando una spiegazione dall’ispettore generale sulla lettera, ha affermato una persona che ha familiarità con le deliberazioni della commissione non autorizzata. Dovrebbero essere discussi pubblicamente.

Il panel del 6 gennaio ha suscitato un rinnovato interesse per i servizi segreti in seguito alla drammatica testimonianza dell’ex aiutante della Casa Bianca Cassidy Hutchinson, che ha ricordato di essere stato interrogato sulle azioni dell’ex presidente Donald Trump il giorno della rivolta.

Hutchinson ha ricordato di essere stato informato di uno scontro tra Trump e i suoi dettagli dei servizi segreti, che hanno chiesto con rabbia che fosse scortato al Campidoglio, dove i suoi sostenitori avrebbero successivamente preso d’assalto l’edificio. Ha anche ricordato che Trump ha chiesto ai funzionari della sicurezza di rimuovere i magnetometri per la sua manifestazione all’Oval, anche se alcuni dei suoi sostenitori erano armati.

Alcuni dettagli di quell’account sono stati rapidamente smentiti dagli agenti. L’agente Robert Engel, che guidava il SUV presidenziale, e l’ufficiale di sicurezza di Trump Tony Arnado sono pronti a testimoniare sotto giuramento che nessun agente è stato colpito e che Trump non si è messo al volante, ha detto all’AP una persona che ha familiarità con la questione. La persona non discuteva pubblicamente la questione e parlava in condizione di anonimato.

Poiché le prove continuano ad emergere, i funzionari della Camera hanno programmato la loro prossima udienza venerdì 6 gennaio, giovedì in prima serata. L’udienza delle 20:00, l’ottava di una serie iniziata all’inizio di giugno, approfondirà un periodo di più di tre ore quando Trump non è riuscito a comportarsi mentre una folla di sostenitori ha preso d’assalto il Campidoglio.

È stata la prima udienza in prima serata dal 9 giugno, la prima udienza delle conclusioni della giuria. 20 milioni di persone l’hanno visto.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Gary Fields ha contribuito.

___

gen. 6 Per la copertura completa delle udienze, vai a https://www.apnews.com/capitol-siege.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.