Aggiornamenti dell’uragano Ian: Tempesta aggiornata alla categoria 1; La Florida, nella Carolina del Sud, vede morti e danni mentre le frane respingono

ST PETERSBURG, Florida — Le squadre di soccorso hanno presidiato le barche e hanno guadato le strade allagate giovedì per salvare migliaia di floridiani intrappolati tra case allagate ed edifici rotti mentre l’uragano Ian attraversava l’Oceano Atlantico verso la Carolina del Sud.

Fare clic qui per il radar in tempo reale e le ultime previsioni sul percorso di Ion.

Ore dopo essersi indebolito a causa di una tempesta tropicale mentre attraversava la penisola della Florida, giovedì sera Ian ha riguadagnato la forza dell’uragano sull’Atlantico. Il National Hurricane Center prevede che un uragano di categoria 1 colpirà la Carolina del Sud venerdì.

La devastazione in Florida è arrivata il giorno dopo che un devastante uragano di categoria 4, uno dei più forti che ha colpito gli Stati Uniti, ha allagato le case su entrambe le coste dello stato e ha interrotto l’unico accesso stradale dell’isola barriera. Ha distrutto uno storico molo sul lungomare e ha tolto l’elettricità a 2,67 milioni di case e aziende della Florida, quasi un quarto dei clienti dei servizi pubblici.

GUARDA: Joe Torres racconta il percorso distruttivo dell’uragano Ian

Almeno nove morti sono state confermate in Florida, mentre altre tre persone sono rimaste uccise a Cuba dopo che un uragano ha colpito l’isola martedì.

Nella zona di Fort Myers, le case sono state strappate dalle palafitte e collocate tra le macerie frantumate. Gli stabilimenti commerciali vicino alla spiaggia furono completamente distrutti, lasciando dietro di sé detriti contorti. I moli rotti galleggiavano ad angoli strani accanto a barche danneggiate e gli incendi bruciavano dove un tempo sorgevano le case.

“Non so come qualcuno sia sopravvissuto lì”, ha detto William Goodison tra le macerie del parco di case mobili a Fort Myers Beach, dove ha vissuto per 11 anni.

Fotografie: Le immagini aeree mostrano le conseguenze dell’uragano Ian a Fort Myers, nell’isola di Sanibel.

Case e detriti danneggiati sono mostrati dopo l’uragano Ian sulla spiaggia di Fort Myers, in Florida, giovedì 29 settembre 2022.

Foto di AP/Wilfred Lee

Il tornado ha squarciato il parco di circa 60 case, molte delle quali sono state distrutte o danneggiate in modo irreparabile, inclusa la casa unifamiliare di Goodison. Guadando nell’acqua fino alla cintola, Goodison e suo figlio hanno portato due bidoni della spazzatura: un piccolo condizionatore d’aria, alcuni attrezzi e una mazza da baseball.

Una strada di Fort Myers era disseminata di alberi rotti, rimorchi per barche e altri detriti. Le auto sono state abbandonate sulla strada, fermate quando un’ondata di tempesta ha allagato i loro motori.

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha affermato che finora sono stati condotti almeno 700 soccorsi, per lo più aerei, che hanno coinvolto la guardia costiera degli Stati Uniti, la guardia nazionale e le squadre di ricerca e soccorso urbane.

Dopo aver lasciato la Florida come tempesta tropicale giovedì ed essere entrato nell’Oceano Atlantico a nord di Cape Canaveral, Ian si è nuovamente intensificato trasformandosi in un uragano a 75 mph (120 km/h).

Un avviso di uragano è stato emesso per la costa della Carolina del Sud ed è stato esteso a Cape Fear, sulla costa sud-orientale della Carolina del Nord. Con venti di tempesta tropicale che raggiungono circa 415 miglia (665 chilometri) dal suo centro, si prevedeva che Ian spingesse un’ondata di tempesta di 5 piedi (1,5 metri) nelle aree costiere della Georgia e della Carolina. Sono caduti fino a 20 cm di pioggia, creando un rischio di inondazione dalla Carolina del Sud alla Virginia.

Le truppe della Guardia Nazionale sono state dispiegate nella Carolina del Sud per assistere con le conseguenze, compresi eventuali salvataggi in acqua. Giovedì pomeriggio, un flusso costante di veicoli ha lasciato la città di Charleston, vecchia di 350 anni.

Gli sceriffi nel sud-ovest della Florida affermano che 911 centri sono inondati da migliaia di chiamanti isolati, alcuni con emergenze potenzialmente letali. La guardia costiera degli Stati Uniti ha iniziato i soccorsi nelle ore prima dell’alba sulle isole barriera vicino al punto in cui Ian ha colpito, ha detto DeSantis. Nell’area erano presenti anche più di 800 personale federale di ricerca e soccorso urbano.

Nell’area di Orlando, i vigili del fuoco di Orange County hanno utilizzato barche per raggiungere le persone nelle aree allagate. I pazienti di una casa di cura sono stati trasportati in autobus attraverso le acque alluvionali su barelle.

A Fort Myers, la famiglia di Valerie Bartley ha trascorso ore disperate tenendo il tavolo della sala da pranzo contro la porta del patio, temendo che la tempesta stesse “facendo a pezzi la nostra casa”.

“Avevo paura”, ha detto Bartley. “Tutto ciò che abbiamo sentito sono stati scandole e detriti da tutto ciò che nel quartiere ha colpito la nostra casa”.

DI PIÙ: I soccorritori perquisiscono la zona disastrata allagata della Florida in mezzo a massicce interruzioni di corrente

La tempesta ha abbattuto gli schermi del patio e ha spezzato una palma nel cortile, ha detto Bartley, ma ha lasciato il tetto intatto e la sua famiglia illesa.

Lunghe file si sono formate alle stazioni di servizio di Fort Myers e un negozio di ferramenta Home Depot è stato aperto, consentendo solo a pochi clienti alla volta.

Frank Pino era in fondo alla fila, con circa 100 persone davanti a lui.

“Spero che lascino qualcosa perché ho bisogno di tutto”, ha detto Pino.

Un uomo Deltona di 72 anni è morto dopo essere caduto in uno scarico mentre usava un tubo per drenare la sua piscina durante una forte pioggia, ha detto l’ufficio dello sceriffo della contea di Volusia. Un uomo di 38 anni della contea di Lake è morto mercoledì dopo che il suo veicolo è precipitato in un idroplano in un incidente, secondo le autorità.

Lo sceriffo della contea di Lee Carmine Marceno ha detto che il suo ufficio stava lottando per rispondere a migliaia di chiamate ai servizi di emergenza sanitaria nell’area di Fort Myers, ma molte strade e ponti erano impraticabili.

I soccorritori hanno abbattuto gli alberi per raggiungere le persone bloccate. Le interruzioni di corrente e cellulari hanno lasciato molti nelle aree colpite duramente incapaci di chiedere aiuto.

Parte della Sanibel Causeway è caduta nell’oceano, interrompendo l’accesso all’isola barriera, che ospita 6.300 persone.

Non sono stati confermati decessi o feriti nella contea circostante e i cavalcavia delle isole barriera “hanno l’integrità delle case molto migliore di quanto ci aspettassimo”, ha affermato Patrick Fuller, direttore della gestione delle emergenze della contea.

Anche a sud dell’isola di Sanibel, gli storici moli balneari di Napoli furono demoliti e distrutti. “In questo momento, non c’è un molo”, ha detto il commissario della contea di Collier Penny Taylor.

A Port Charlotte, un pronto soccorso dell’ospedale si è allagato e i forti venti hanno strappato una parte del tetto, mandando acqua nell’unità di terapia intensiva. I pazienti malati – alcuni con ventilatori – hanno affollato i due piani centrali mentre il personale si preparava all’arrivo delle vittime della tempesta, ha affermato la dott.ssa Birgit Bodin dell’HCA Florida Fawcett Hospital.

Parte del Sanibel Causeway Cadendo nell’oceano, ha interrotto l’accesso all’isola barriera, che ospita 6.300 persone. Non è chiaro quante persone abbiano ascoltato gli ordini di evacuazione, ma il direttore della gestione delle emergenze della contea di Charlotte Patrick Fuller ha espresso un cauto ottimismo.

Ulteriore: Una parte della Sanibel Causeway cade nell’oceano durante Ian, tagliando fuori l’isola della Florida, che ospita 6,3 mila persone.

Una strada rialzata danneggiata che porta all’isola di Sanibel è stata vista dopo l’uragano Ian vicino all’isola di Sanibel, in Florida, giovedì 29 settembre 2022.

Foto di AP/Wilfred Lee

Ian ha colpito la Florida con venti di 150 mph (241 km / h), diventando il quinto uragano più forte che ha colpito gli Stati Uniti.

Mentre gli scienziati generalmente evitano di incolpare il cambiamento climatico per tempeste specifiche senza un’analisi dettagliata, la distruzione idrologica di Ian si adatta a ciò che gli scienziati prevedono per un mondo in riscaldamento: uragani più forti e più umidi, ma non troppi.

“Questo affare di piogge molto, molto intense è qualcosa che ci aspetteremo a causa del cambiamento climatico”, ha affermato Kerry Emanuel, uno scienziato atmosferico del MIT. “Vedremo tempeste come Ian.”

___

I collaboratori dell’Associated Press includono Terry Spencer e Tim Reynolds a Fort Myers; Cody Jackson a Tampa, in Florida; Frida Frisaro a Miami; Mike Schneider a Orlando, Florida; Seth Borenstein a Washington; e Bobby Kaina Galvan a New York.

Copyright © 2022 di Associated Press.Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.