Altre persone evacuano Kherson in Ucraina mentre gli occupanti russi rinnovano gli avvertimenti

Oleshki, Ucraina controllata dai russi, ott. 22 (Reuters) – I funzionari dell’occupazione russa nella città ucraina di Kherson hanno detto sabato al pubblico che le forze ucraine devono ritirarsi immediatamente a causa di una situazione militare tesa mentre avanzano.

Migliaia di civili sono fuggiti da giorni attraverso il fiume Dnipro dopo gli avvertimenti di un’offensiva ucraina per riconquistare la città. L’ultimo avviso è stato consegnato con rinnovata urgenza.

“Prenditi cura della sicurezza della tua famiglia e dei tuoi amici! Non dimenticare documenti, denaro, oggetti di valore e vestiti”, hanno detto i funzionari russi.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

A Oleshki, sulla sponda opposta del Dnipro, Reuters ha visto persone che arrivavano su battelli fluviali da Kherson cariche di scatole, borse e animali domestici. Una donna porta un bambino sotto un braccio e un cane sotto l’altro.

Alcune barche erano cariche di verdure e bancali di cibo. I dipendenti del ministero delle Emergenze russo hanno trasportato anziani e bambini su carrelli dalle navi. Le famiglie aspettavano di salire a bordo degli autobus diretti alla Crimea, annessa alla Russia.

“Non voglio davvero (andare via), sono ancora al lavoro”, ha detto a Reuters un residente. “Volevamo restare in zona, ma ora non lo sappiamo”.

La battaglia per Kherson, che è stata sotto il controllo russo durante i quasi otto mesi di guerra, sembra raggiungere un punto critico poiché l’avanzata delle forze ucraine minaccia di respingere le truppe russe sulla riva occidentale del Dnipro.

Il capo della regione fondata dalla Russia ha dichiarato questa settimana che la Russia prevede di evacuare 10.000 residenti al giorno da Kherson e che la Russia si sta preparando ad accogliere residenti in previsione di una controffensiva dall’Ucraina.

Nonostante l’ultimo avvertimento, sabato le autorità di occupazione hanno invitato le persone in città a partecipare a una “serata di letteratura, musica e arte russa” al Palazzo della Cultura di Kherson, con letture di libri e orchestra.

L’Ucraina ha imposto un blackout alle informazioni dal fronte di Kherson, ma il comandante russo Sergei Surovykin ha affermato questa settimana che la situazione a Kherson era “già difficile” e che la Russia “non stava escludendo decisioni difficili” lì.

In un briefing di sabato, il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze hanno respinto un tentativo ucraino di violare la sua linea di controllo nella regione di Kherson. La Reuters non ha potuto confermare in modo indipendente le affermazioni sul campo di battaglia.

Kherson è l’unico capoluogo di provincia che la Russia ha mantenuto intatto dall’invasione del 24 febbraio. La regione di Kherson è una delle quattro che il presidente Vladimir Putin ha dichiarato il mese scorso che Mosca rivendicherà come proprio territorio “per sempre”.

Putin si è detto pronto a usare armi nucleari se necessario per difendere le terre che la Russia rivendica come proprie. L’annunciata annessione è stata condannata come illegale dall’Ucraina, dai suoi alleati e dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

di Caleb Davies e Mark Trevelyan; Montaggio di Edmund Blair

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.