Crisi dei richiedenti asilo a New York: il sindaco Eric Adams dichiara lo stato di emergenza

CITTÀ DI NEW YORK (WABC) — Il numero di persone nei centri di accoglienza di New York City sta raggiungendo nuovi record ogni giorno in mezzo a un afflusso incontrollabile di richiedenti asilo sugli autobus dal Texas e altrove.

Venerdì, il sindaco di New York Eric Adams ha dichiarato lo stato di emergenza e ha annunciato un ordine esecutivo per sospendere i requisiti sull’uso del suolo per aiutare la città a far fronte all’afflusso.

Il sindaco ha detto che Adams era “indignato” dal fatto che la compassione della città fosse “sfruttata da altri per guadagni politici” e che quella che ha definito una “crisi umanitaria” fosse stata “accelerata dalle dinamiche politiche americane”.

Attualmente ci sono 61.000 persone nel sistema di accoglienza, “riducendo la nostra capacità di prendersi cura dei newyorkesi bisognosi”, ha detto Adams. Si aspetta che la città abbia speso 1 miliardo di dollari entro la fine dell’anno fiscale.

corrispondente | Speciale notizie testimoni oculari: Cerco asilo a New York City

Almeno 5.500 bambini migranti sono iscritti nelle scuole cittadine.

“Sebbene la nostra compassione sia illimitata, le nostre risorse non lo sono”, ha detto Adams durante un discorso dalla City Hall Blue Room. “È insostenibile”.

Delle 61.000 persone nei centri di accoglienza, 20.000 sono bambini. Uno su cinque è un richiedente asilo.

Più di 17.000 richiedenti asilo sono stati inviati a New York. Cinque o sei autobus arrivano ogni giorno, a volte di più.

Nove persone erano attese giovedì al terminal degli autobus della Port Authority, il numero più alto in un solo giorno, ha detto ai membri del consiglio comunale il capo dell’Ufficio per la gestione delle emergenze della città.

Testimoni oculari riferiscono che altri due autobus sono arrivati ​​venerdì mattina.

Rispondendo ai resoconti dei media sullo stato di emergenza della città, il governatore del Texas Greg Abbott ha affermato che gli autobus continueranno a essere inviati.

“Città santuario come New York City sperimentano parte di ciò che le comunità di confine del Texas affrontano ogni giorno”, ha detto in un tweet. “Continueremo a trasferirci a New York, DC, & Chicago manterrà libere le nostre città di confine finché Biden non farà il suo lavoro di proteggere il confine”.

L’ufficio di Adams ha rilasciato la seguente risposta:

“Abbiamo già dimostrato la scorsa settimana che il governatore Abbott è un bugiardo. Continueremo a fidarci dei richiedenti asilo che cercano una vita migliore e non possiamo fidarci di un politico che non può nemmeno dire al suo intero stato verità durante un dibattito”.

I funzionari dell’amministrazione hanno detto giovedì ai leader eletti che stanno prendendo in considerazione grandi hotel e luoghi di culto per ospitare temporaneamente i richiedenti asilo.

All’inizio di questa settimanaI consiglieri comunali hanno suggerito alla direzione di guardare ai 10 hotel attualmente chiusi.

La proposta arriva dopo i piani per un centro di accoglienza Trasferito da Orchard Beach a Randall’s IslandUn sito che può processare solo la metà dei richiedenti asilo lascia la città alla ricerca di più spazio.

L’amministrazione questa settimana ha chiesto aiuto alla chiesa e ai gruppi della comunità, suggerendo una sorta di programma “Adotta un rifugio” in cui i leader religiosi raccoglierebbero gli oggetti donati e li distribuirebbero ai richiedenti asilo.

I funzionari della città affermano che circa un terzo dei migranti vuole trasferirsi in un’altra città o stato.

La maggior parte degli immigrati viene dal Venezuela e la maggior parte di loro vuole andare in Florida, ma il Texas non offre autobus gratuiti per la Florida.

Leggi di più | Chi è il saltatore sul tetto di New York? Notizie di testimoni oculari risolve il mistero dietro l’acrobazia virale Daredevil

———-

* Ricevi notizie di prima mano

* Altre notizie su New York

* Mandaci un messaggio

* Scarica l’app abc7NY per gli avvisi sulle ultime notizie

* Seguici su YouTube

Copyright © 2022 WABC-TV. Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.