Date per il ritorno di Artemis della NASA sulla Luna

Commento

La NASA prevede di fare il primo passo Al ritorno sulla luna I funzionari dell’agenzia hanno detto ai giornalisti mercoledì che la navicella spaziale Orion sarà lanciata intorno alla luna alla fine di agosto o all’inizio di settembre.

Il tanto atteso volo, senza astronauti, partirà il 29 agosto, il 2 settembre o il 5 settembre, secondo la NASA. Date fisse per un compito Questo è stato in lavorazione per anni.

Il volo segnerà il primo lancio del più grande razzo spaziale dell’agenzia, una pietra miliare significativa nella campagna di Artemis per riportare gli astronauti sulla superficie lunare per la prima volta dall’ultima missione Apollo nel 1972.

Data la complessità dei veicoli e il fatto che la NASA non ha mai lanciato un razzo SLS prima, la NASA ha sottolineato che le date di lancio al Kennedy Space Center in Florida sono provvisorie e soggette a modifiche.

La NASA ha fatto diversi tentativi all’inizio di quest’anno per condurre un test di rifornimento e un conto alla rovescia simulato del razzo SLS, noto come prova generale bagnata. Quando il razzo è stato caricato con 700.000 galloni di ossigeno liquido e idrogeno liquido, gli ingegneri hanno scoperto una serie di problemi, compresa la perdita di idrogeno Ciò ha impedito alla NASA di completare il conteggio dei test. Di conseguenza, la NASA è stata costretta a riportare il razzo dalla rampa di lancio al suo edificio di assemblaggio per riparazioni e test aggiuntivi.

Tuttavia, i funzionari hanno detto che era stato completato Test sufficienti per procedere con un tentativo di lancio. Mercoledì, i funzionari dell’agenzia spaziale hanno detto che tutto stava andando bene.

Il razzo lunare SLS della NASA si dirige per la prima volta verso la rampa di lancio

La missione, nota come Artemis I, manderà la capsula dell’equipaggio di Orion in orbita attorno alla luna per sei settimane, consentendo all’agenzia di testare una serie di sistemi prima di imbarcare gli astronauti.

Uno degli obiettivi principali del volo era testare lo scudo termico Orion, ha affermato Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis della NASA. Lo scudo termico ha lo scopo di proteggere Orion e qualsiasi futuro equipaggio dalle temperature estreme che incontrerà quando entrerà nell’atmosfera terrestre a 24.500 mph, o Mach 32. Quella temperatura può raggiungere “la metà dell’altezza del Sole”, ha detto Sarafin.

La NASA testerà i sistemi di navigazione del veicolo spaziale, la sua capacità di utilizzare l’energia derivata dai suoi pannelli solari e la sua resilienza quando viaggia attraverso regioni altamente irradiate. Tre manichini saranno dotati di sensori per determinare come viaggeranno gli astronauti sul volo. Sarafin ha detto che il veicolo spaziale sarà recuperato da un altro test dopo che sarà schizzato nell’oceano.

La NASA non sta cercando di inviare un veicolo spaziale progettato per far volare gli umani Luna tra 50 anniSi prevedono problemi, ha detto Sarafin, ma “il nostro team è pronto ad adattarsi lungo la strada”.

Se la missione Artemis I va come previsto, la NASA prevede di effettuare una missione simile chiamata Artemis II con gli astronauti. Un lander umano, noto come Artemis III, potrebbe arrivare già nel 2025, secondo la NASA.

Se la NASA decide di procedere con il lancio di Artemis I del 29 agosto, farà rotolare il razzo SLS dal suo edificio di assemblaggio alla rampa di lancio il 18 agosto.

“Pensiamo di essere sulla buona strada per andare [launch] sforzi in quei giorni”, ha affermato l’amministratore associato della NASA Jim Free. Ma ha ricordato ai giornalisti che le famiglie degli astronauti che vengono a vedere il lancio dovrebbero “pianificare una vacanza di sette giorni in Florida e guardare anche il lancio lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.