Dems: Biden ‘dovrebbe vergognarsi’ di causa fiscale classificata

WASHINGTON (AP) – Gli alti democratici si stanno riprendendo da un flusso costante di rivelazioni sorprendentiIl presidente Joe Biden domenica ha criticato il modo in cui ha gestito il materiale riservato Dopo aver lasciato l’incarico di vicepresidente e la Casa Bianca, è rimasto deluso dal fatto di non essere molto sotto gli occhi del pubblico.

Prenotati nei telegiornali domenicali della scorsa settimana, i legislatori anticipando le domande sul tetto del debito o sugli aiuti all’Ucraina hanno trascorso il fine settimana a mettere in discussione l’ultimo sviluppo del dramma del dossier che ha messo la presidenza di Biden sulla difensiva.: Durante la perquisizione di venerdì della casa di Biden a Wilmington, nel Delaware, l’FBI ha trovato ulteriori documenti con segni classificati e ha sequestrato alcuni dei suoi appunti scritti a mano, ha detto sabato l’avvocato del presidente.

Il senatore dell’Illinois Dick Durbin, il secondo democratico al Senato, ha affermato che Biden dovrebbe “vergognarsi della situazione”, aggiungendo che il presidente ha ceduto l’altura morale su una questione che ha già coinvolto l’ex presidente Donald Trump.. I procuratori speciali nominati dal procuratore generale Merrick Garland stanno indagando su entrambi i casi.

“Beh, certo. Siamo onesti su questo. Se quell’informazione viene scoperta, sminuisce lo status di qualsiasi persona che la possiede perché non dovrebbe accadere. … Il funzionario eletto ha la responsabilità ultima”, ha detto Durbin.

Sen. Joe Manchin, DW.Va., ha detto che Biden “dovrebbe essere molto turbato. … Puoi dire: ‘Ascolta, questo è irresponsabile'”. Giovedì il presidente ha detto ai giornalisti che non aveva idea di come e quando il pubblico venisse a conoscenza del documenti Ha detto “nessun rimpianto” e “non c’è”.

Nonostante le loro critiche, i compagni democratici di Biden hanno sostenuto quella che hanno definito la sua collaborazione con il Dipartimento di Giustizia mentre cercava materiale riservato aggiuntivo. Hanno resistito agli sforzi per recuperare centinaia di documenti dopo che Trump ha lasciato l’incarico.

“È oltraggioso”, ha detto Durbin. “Ma la reazione dell’ex presidente e dell’attuale presidente non può essere nettamente distinta”.

Biden ha fatto entrare volontariamente l’FBI nella sua casa venerdì, ma la mancanza di un mandato non ha diminuito la natura insolita della perquisizione. Ciò si è aggiunto all’imbarazzo per Biden all’inizio di gennaio quando ha rivelato che gli avvocati del presidente avevano scoperto un “piccolo numero” di documenti riservati in un ex ufficio del Ben Biden Center di Washington poco prima delle elezioni dell’8 novembre.

La Casa Bianca ha rivelato che la squadra di Biden ha trovato documenti riservati e documenti ufficiali in altre tre occasioni negli ultimi mesi: nel garage della sua casa di Wilmington il 20 dicembre e nelle successive perquisizioni nella sua biblioteca di casa l’11 e 12 gennaio. .

I risultati sono diventati una responsabilità politica per Biden mentre si prepara a lanciare la sua candidatura per la rielezione del 2024, e hanno minato i suoi sforzi per ritrarre un’immagine di diritto al popolo americano dopo la tumultuosa presidenza del suo predecessore, Trump.

Manchin ha applaudito i due per aver gestito documenti di sicurezza sensibili. “È difficile credere che in America abbiamo un ex presidente e un attuale presidente che si trovano essenzialmente nella stessa situazione”, ha detto. “Come sta andando?”

Allo stesso tempo, i democratici temevano che i guai di Biden avessero creato un’apertura per i repubblicani alla Camera appena autorizzati.

“Questo nuovo comitato che ha preso il controllo della Camera dei Rappresentanti ci ha promesso infinite indagini, conflitti, accuse e confusione, cosa accadrà, quindi dovremmo essere preoccupati”, ha detto Durbin.

Il nuovo presidente della House Oversight and Accountability Committee, Rep. Il rappresentante James Comer, R-Ky., Ha detto di aver preso Biden “in parola quando i documenti sono stati scoperti per la prima volta. … Ma ora è passato da semplicemente irresponsabile a decisamente spaventoso”.

Il Dipartimento di Giustizia afferma che Trump ha portato con sé centinaia di documenti riservati quando ha lasciato la Casa Bianca all’inizio del 2021 e ha resistito a mesi di richieste per restituirli al governo. Biden ha consegnato volentieri i documenti scoperti. Ma la questione spetta a Biden e ai suoi collaboratori, che hanno affermato di aver agito rapidamente e in modo appropriato quando i documenti sono stati scoperti e stanno lavorando per essere il più trasparenti possibile.

Durbin è apparso su “State of the Union” della CNN, Manchin su “Meet the Press” della CNN e della NBC e Comer è stato intervistato su “Sunday Morning Futures” di Fox News Channel.

___

Seung Min Kim riferisce da Rehoboth, Delaware.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.