Elezioni speciali in Alaska: House Race Sarah si oppone al genere e al campo affollato

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

Votazioni in Alaska Elezioni primarie speciali Invece di ritardare Rappresentante Dan Young (R) Quattro dozzine di candidati – inclusa l’ex candidata alla vicepresidenza Sarah Pauline – sono stati chiusi sabato in base a nuove regole insolite.

Paul inizialmente ha preso il comando con il 33 percento dei risultati. Ha ricevuto circa il 35 per cento dei voti nella prima serie di risultati pubblicati alla fine di sabato. L’Alaska non dovrebbe esprimere un voto totale fino al 15 giugno.

Con lo stato di celebrità e a Approvazione L’ex presidente Donald Trump è il candidato più importante di Paul in un’arena affollata. Ma la sua fama in Alaska Sbiadito Da quando era governatore, e un nuovo sistema di voto a scelta della classifica, progettato per selezionare i candidati con ampio sostegno, complicherà la sua impresa.

Il Partito Repubblicano dell’Alaska, nel frattempo, ha appoggiato Nick Beckish III, l’ex copresidente della campagna elettorale di Young, che appartiene a una famiglia ben nota nella politica democratica statale. Ha iniziato la sua carriera prima della morte di Young e si è candidato come un candidato molto conservatore.

I risultati parziali pubblicati alla fine di sabato hanno mostrato che la Peugeot era vicina al 19 percento, la seconda più alta affluenza alle urne.

“L’America continuerà ad essere popolare e puoi chiamarla celebrità?” Beckish ha detto in un’intervista venerdì. “O gli Stati Uniti perseguiranno la giusta politica, la giusta politica e la rappresentanza associata?”

La campagna di Pauline non ha risposto alle richieste di commento o commento.

La morte improvvisa di Young all’età di 88 anni a marzo ha segnato l’inizio di una lotta per occupare il seggio separato dell’Alaska nell’Assemblea. Oltre all’ex staff della campagna per Young, un socialista democratico autodefinito del Polo Nord ha cambiato legalmente il suo nome in Babbo Natale.

“Un’elezione speciale come l’Alaska” del comitato editoriale dell’Anchorage Daily News Annunciato.

L’Alaska ha cercato disperatamente repubblicani per una carica federale negli ultimi anni. Ma lo stato ha più elettori senza preavviso o apartitici rispetto a repubblicani e democratici registrati e al Senato repubblicano di lunga data. Lisa Murkowski Il principale voto di oscillazione Al Congresso. dell’Alaska Votato La rimozione delle tradizionali primarie dei partiti nel 2020 sottolinea il loro percorso politico indipendente.

Ora, quattro candidati avanzeranno da un ballottaggio Big-One, indipendentemente dall’affiliazione al partito. Le elezioni speciali si terranno principalmente per posta, sebbene ci siano alcuni seggi elettorali individuali, che potrebbero ritardare i risultati. Le schede elettorali devono essere timbrate o ricevute entro sabato, etichettate come “giorno delle elezioni” dalla divisione statale. Elezioni – o prima. A mercoledì aveva ricevuto 117.000 voti su un totale di oltre mezzo milione. Funzionari elettorali.

L’Alaska classificherà quattro finalisti ad agosto. Se nessuno ottiene più del 50 per cento dei voti di prima scelta, i candidati con il minor numero di voti verranno successivamente eliminati ei voti espressi a loro favore verranno riassegnati in base alle preferenze degli elettori.

Jim Lotsfeld, un consigliere politico di lunga data in Alaska che lavora per i candidati di entrambi i partiti e lavora per il Super PAC, che sostiene la repubblicana Tara Sweeney, uno degli oppositori di Paul, ha affermato che il processo umoristico potrebbe influenzare le possibilità di Paul. . Alaska Survey Research Institute, in un sondaggio di maggio condotto da Paul Portato Big-One ha ristretto di poco il round ma è stato eliminato nella selezione della classifica.

Sarah Pauline è in corsa per il Congresso. Molte persone dell’Alaska sono scettiche nei suoi confronti.

Paulin, che un tempo era il governatore dell’Alaska e un tempo governatore dell’Alaska, ha ampliato la sua impronta politica oltre il suo stato d’origine quando si è unito al candidato presidenziale repubblicano John McCain nel 2008. Paul ha esultato per il sito repubblicano, ma presto si è guadagnato una reputazione per i caffè che sono stati ridicolizzati “dal vivo sabato sera”.

Entro un anno dalla sconfitta sua e di McCain alle elezioni presidenziali, il governatore di Pauline si è dimesso, con suo grande dispiacere in Alaska. Ha vinto il movimento conservatore Tea Party e ha vinto un lucroso affare per libri e look Reality tv.

“Penso che probabilmente ci abbia lasciato da qualche parte lungo la strada verso la fama”, ha detto Jesse Sumner, un funzionario locale conservatore. Lo ha detto al Washington Post Questa primavera.

Pauline ha annunciato la sua candidatura prima della scadenza per presentare domanda per il seggio dell’Alaska House, citando le preoccupazioni per l’inflazione e la necessità di “sicurezza energetica” in una dichiarazione pubblicata sui social media. “Mentre guardo la sinistra radicale distruggere il paese, so che devo combattere”, ha scritto. Trump ha annunciato il suo sostegno pochi giorni dopo, sottolineando che Paul lo aveva inizialmente approvato nella sua campagna presidenziale.

Su Twitter, Pauline parla degli avalli di Donald Trump Jr., del presentatore radiofonico conservatore Don Bongino, dell’ex governatore del Texas Rick Perry e di molti altri. Pechino ha cercato di minimizzare la decisione dell’ex presidente di candidarsi alla carica.

“Le persone dell’Alaska sono persone molto indipendenti, pensiamo per noi stessi”, ha detto Becky in un’intervista venerdì alla domanda sull’influenza dell’approvazione di Trump. Ha ottenuto le sue approvazioni dai leader dell’Alaska.

Babbo Natale è considerato un vero contendente per i primi quattro. Ma il membro del consiglio comunale del Polo Nord è in corsa solo per il resto del mandato del giovane. Un’altra elezione, il voto delle primarie e dei ranghi di August Big-One a novembre, determinerà la successione a lungo termine di Young. Più di 30 sono in esecuzione.

L’Alaska avrà le peggiori elezioni del 2022

Klaus non è l’unico candidato liberale. Il legislatore di Anchorage Christopher Constant e l’ex legislatore dell’Alaska Mary Beldola si candidano come Democratici. Al Gross, che ha vinto la nomination democratica al Senato nel 2020, si identifica come apartitico al ballottaggio speciale.

Ci sono diversi candidati nativi sul campo che saranno il primo rappresentante indiano dell’Alaska al Congresso.

Quest’anno, il nuovo sistema elettorale di base ha il potenziale per ispirare Murkowski, un senatore moderato dell’Alaska che sta cercando la rielezione tra gli attacchi della sua destra. Trump ha preso di mira i repubblicani moderati in tutto il paese per il voto per accusarlo o giustificare la sua sconfitta alle elezioni del 2020, e Murkowski ha votato per estrometterlo dopo che i suoi sostenitori hanno assediato la capitale degli Stati Uniti l’anno scorso.

Trump ha approvato la sfidante del Senato Kelly Shibaka. Ma resta da vedere fino a che punto influenzerà quella razza. Murkowski è sfuggito alle precedenti sfide all’interno del suo partito: nel 2010, dopo aver perso le primarie repubblicane, ha vinto la rielezione come candidato alla riscrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.