Gli utili di McDonald’s (MCD) del secondo trimestre 2022 superano le stime

Un cartello è posto davanti a un ristorante McDonald’s a San Leandro, in California, il 28 aprile 2022.

Justin Sullivan | Belle foto

McDonald’s Sia i prezzi più alti che gli articoli di valore martedì hanno alimentato la crescita delle vendite negli stessi negozi negli Stati Uniti, che è stata più forte del previsto nel secondo trimestre.

Tuttavia, il CEO Chris Kempczynski ha affermato che l’ambiente è ancora “difficile” poiché l’inflazione e la guerra in Ucraina hanno pesato sui risultati trimestrali e sul sentimento dei consumatori.

“Ora stiamo affrontando la guerra in Europa, l’inflazione sta raggiungendo il livello più alto degli ultimi 40 anni, i tassi di interesse stanno salendo a livelli che non vedevamo da anni. Tutto ciò sta contribuendo alla debolezza del sentimento dei consumatori in tutto il mondo e a una possibile recessione globale “, ha detto Kempczynski agli analisti in una teleconferenza martedì mattina.

Le azioni della società erano sostanzialmente piatte all’apertura.

Ecco cosa ha affermato la società, rispetto a quanto si aspettava Wall Street, sulla base di un sondaggio degli analisti di Refinitiv:

  • Utile per azione: $ 2,55 rettificati e $ 2,47 previsti
  • Entrate: $ 5,72 miliardi contro $ 5,81 miliardi previsti

McDonald’s ha riportato un utile netto del secondo trimestre di $ 1,19 miliardi, o $ 1,60 per azione, rispetto a $ 2,22 miliardi, o $ 2,95 per azione, un anno prima. La società ha annunciato un addebito di 1,2 miliardi di dollari Relativo alla vendita delle sue attività russe a causa della guerra in Ucraina.

Tale addebito, esclusa una liquidazione fiscale francese e altri articoli, ha lasciato il gigante del fast food a guadagnare $ 2,55 centesimi per azione.

Nonostante l’aumento dei prezzi, l’inflazione ha trascinato al ribasso gli utili dell’azienda. Per l’intero anno, McDonald’s prevede un’inflazione degli alimenti e degli imballaggi dal 12% al 14% negli Stati Uniti e persino superiore in Europa. I dirigenti hanno affermato che l’inflazione negli Stati Uniti ha superato quel livello nel secondo trimestre e lo supererà nel terzo trimestre prima di moderarsi nel quarto trimestre.

Le vendite nette sono diminuite del 3% a 5,72 miliardi di dollari, in parte danneggiate dalla chiusura dei ristoranti russi e ucraini di McDonald’s.

Le vendite globali nello stesso negozio sono aumentate del 9,7% nel trimestre, trainate da una forte crescita internazionale. Le località russe sono escluse dai calcoli delle vendite dello stesso negozio dell’azienda, ma sono inclusi i ristoranti ucraini.

Le vendite nello stesso negozio negli Stati Uniti sono aumentate del 3,7% nel trimestre, battendo le stime di Street del 2,8%. La società ha accreditato gli aumenti di prezzo strategici e la sua proposta di valore per la sua forte performance. Lo scorso trimestre, i dirigenti di McDonald’s hanno affermato che alcuni consumatori a basso reddito stavano scambiando opzioni più economiche in risposta all’inflazione e la tendenza è continuata in questo trimestre.

La divisione International Growth Licensed Markets dell’azienda ha registrato un aumento delle vendite nello stesso negozio del 16% nel trimestre. Le vendite nello stesso negozio in Cina sono diminuite quando il governo ha reimposto le restrizioni Covid, ma la crescita in Brasile e Giappone ha compensato la performance più debole del mercato.

La divisione International Driven Market di McDonald’s ha registrato una crescita delle vendite nello stesso negozio del 13%, trainata dalla forte domanda in Francia e Germania. I dirigenti hanno affermato che i ristoranti della divisione hanno rubato la quota di traffico ad altre catene di fast food. Tuttavia, secondo i dirigenti, Germania, Spagna e Francia stanno assistendo a un calo del sentimento dei consumatori, in alcuni casi anche marginale.

Leggi il rapporto completo sui guadagni qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.