Il primo ministro Aryeh ha incontrato Teri a casa del capo Shas dopo la squalifica dell’Alta Corte

Shaws: il tribunale mina la volontà di 400.000 elettori

Pochi minuti dopo che l’Alta Corte ha squalificato il suo leader dalla carica ministeriale, il partito Shaz ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che la corte ha preso una decisione “politica” che ha minato la volontà dei 400.000 elettori di Shaz.

“Oggi la corte ha effettivamente stabilito che le elezioni non hanno senso. Il giudizio della corte è politico e contaminato da grave ingiustizia”, ​​afferma la dichiarazione.

Aryeh Teri, leader della ristrutturazione finanziaria, è stato recentemente condannato per reati fiscali lo scorso gennaio e ha lasciato la Knesset come parte di un patteggiamento in cui ha promesso di ritirarsi dalla vita politica. Invece, è rientrato alla Knesset a novembre superando gli 11 seggi di Shas, ea dicembre la coalizione ha accelerato la legislazione per spianargli la strada verso gli incarichi del ministero degli interni e della salute.

“L’intero movimento Shas è sconvolto dalla sentenza arbitraria e senza precedenti dell’Alta Corte, che è contraria alla legge e alla giustizia, e la considera una grave violazione del diritto di voto e di essere eletto, linfa vitale della democrazia”, ​​afferma Shas. Il partito promette anche di pesare.

All’inizio di questo mese, il ministro della Giustizia Yariv Levin ha proposto una legislazione per annullare il test di equità in base al quale il tribunale ha sospeso le nomine di Deri, aggiungendo che la sentenza avrebbe esercitato pressioni sulla coalizione per accelerare o ripristinare lo status ministeriale di Deri.

La decisione arriva anche sullo sfondo di una più ampia campagna di riforma giudiziaria sostenuta da Shas, il culmine di decenni di lamentele da parte del partito Mizrahi Haredi per un tribunale che non riflette il suo modo di vivere.

“Oggi ampi segmenti della società israeliana si sentono emarginati dal tribunale”, afferma la dichiarazione di Shaz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.