Il telescopio web è stato colpito da un micrometro ma nessun danno grave

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

I 10 miliardi di dollari della NASA Telescopio spaziale James Webb Ha affrontato un difficile incontro con un pericolo alieno: è stato deformato da un micrometeroid.

Il colpo del micrometroide non sembra aver confuso in modo significativo la visione di Webb, né è possibile effettuare osservazioni rivoluzionarie dell’universo, inclusa la cattura della luce emersa 13 miliardi di anni fa. Telescopio, Lanciato Dalla Guyana francese a Natale, è ancora in fase di misurazione e sta ottenendo risultati migliori da tutti i conti.

Ma un colpo diretto su uno specchio ha sorpreso la NASA ed è ancora in fase di analisi. I dettagli dell’attacco micrometeroid sono stati rivelati dalla NASA in un post sul blog dedicato al web.

“Tra il 23 e il 25 maggio, il James Web Space Telescope della NASA ha avuto un impatto sul suo segmento di vetro primario”. Lo ha detto il blog web della NASA. “Dopo le valutazioni iniziali, il team ha scoperto che il telescopio funzionava ancora a un livello che superava tutti i requisiti di lavoro, nonostante un effetto in qualche modo rilevabile sui dati”.

La NASA afferma che 18 sezioni di vetro possono essere regolate individualmente per rispondere a tali impatti di meteoriti.

“Riparando le condizioni della sezione interessata, gli ingegneri possono annullare una parte del relitto … ma non tutto il degrado può essere annullato in questo modo”, ha affermato il blog della NASA. “Gli ingegneri nella sezione recentemente colpita hanno già effettuato la prima regolazione … e una regolazione aggiuntiva pianificata del vetro renderà questa correzione molto migliore”.

La quantità esatta di micrometeroid è sconosciuta. Heidi Hummel, un’astronoma di lungo corso del telescopio, ha detto che non era più grande di un granello di sabbia. E sarà usato per studiare il nostro sistema solare. Anche la cosa più piccola può causare danni a causa dell’incredibile velocità Il telescopio orbita attorno al sole e occasionalmente si scontra con una particella casuale.

Questo è un pericolo noto, perché anche se è solitario nello spazio non è vuoto come sembra.

“Non c’è alcuna perdita per la scienza da questo fenomeno… Questo telescopio è nello spazio – sappiamo che ci saranno impatti minori su di esso. Siamo rimasti sorpresi di avere un tale successo così presto”, ha detto Hummel.

Ha detto che gli scienziati si aspettano un tale impatto in media ogni cinque anni circa.

Annunciato come il tanto atteso successore del telescopio spaziale Hubble, ancora funzionante, questo laboratorio straordinariamente complesso orbita attorno al Sole a circa 1 milione di miglia dalla Terra. È troppo lontano da visitare per gli astronauti e non è progettato per essere regolato o sostituito.

Il web ha attraversato una fase di “messa in servizio” per diversi mesi poiché i suoi strumenti sono calibrati e 18 specchi esagonali placcati in oro sono allineati per funzionare come un grande specchio di circa 21 piedi di diametro.

Finora, la NASA non ha riportato nient’altro che il successo.

“Gli esperti di aeronautica sono affascinati da come stanno andando le cose (ma non confonderlo, sì, possiamo essere anche superstiziosi) e desiderosi di iniziare la scienza!” Lo ha detto in una e-mail Michael Turner, astronomo dell’Università di Chicago.

Il telescopio, che era piegato da solo quando è stato lanciato l’anno scorso, è sbocciato in diversi giorni L’ampio scudo solare si aprì E sono stati usati gli occhiali. Ci sono voluti 29 giorni prima che il telescopio raggiungesse il suo avamposto, mentre altri telescopi operavano in sicurezza, in orbita attorno al cosiddetto L2, che ha fornito agli scienziati dati sulla frequenza dei micrometri.

“Quando il telescopio è stato costruito, gli ingegneri hanno utilizzato una combinazione di simulazioni e impatti di test reali sui modelli di vetro per avere un’idea più chiara di come rafforzare il centro di osservazione per operare in orbita. Il blog web della NASA ha affermato.

Il web è diverso dalla maggior parte dei telescopi: è più largo del binocolo e gli occhiali sono più esposti che se fossero infilati in un tubo. Il telescopio è progettato per osservare l’universo a lunghezze d’onda infrarosse al di fuori del campo di rilevamento di Hubble.

Ciò richiede occhiali e strumenti molto belli. Ecco perché gli specchi sono sempre lontani dalla terra e dal sole. La NASA ha annunciato che le immagini della “prima luce” saranno pubblicate il 12 luglio, ma non ha detto cosa mostreranno.

Ha già creato l’immagine di una stella, che viene utilizzata per centrare lo specchio. Sullo sfondo del film ci sono diverse galassie che si sono illuminate miliardi di anni fa, e ha entusiasmato gli astronomi che si aspettano di vedere più in profondità nello spazio web (e nel passato) rispetto all’Hubble lanciato nel 1990.

Il Web ha diversi obiettivi, incluso lo studio della prima luce dell’universo emersa poche centinaia di milioni di anni dopo il Big Bang. Esamina l’evoluzione delle galassie e studia gli oggetti nel nostro sistema solare, inclusi minuscoli corpi ghiacciati in orbita attorno al Sole oltre l’orbita di Nettuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.