La casa approva la correzione del finanziamento provvisorio, accordo più ampio ancora da chiudere

Graduatoria Deputato al Senato Quota Richard Shelby (R-Ala.) ha rifiutato di ottenere dettagli sull’accordo di spesa più ampio mercoledì, dicendo solo che i negoziatori ora “devono fare alcuni accantonamenti”.

“Abbiamo fatto il primo grande, grande, grande, grande passo”, ha detto Shelby.

Sedia di riparto domestico Rosa De Lauro (D-Conn.) ha detto mercoledì mattina che i Democratici alla Camera erano ottimisti di poter approvare il massiccio pacchetto di spesa una volta che fosse stato messo insieme, osservando che le audizioni avrebbero contribuito a costruire il sostegno per la legislazione. Se ogni repubblicano si oppone, DeLauro deve garantire l’approvazione del disegno di legge nella camera bassa, con solo due voti democratici rimanenti.

I repubblicani alla Camera hanno votato per lo più contro la pausa di una settimana e il leader della minoranza alla Camera. Kevin McCarthy C’è rappresenta la resistenza Anche per un accordo sui costi più ampio. Il principale appropriatore della Camera GOP, Rep. K Granger (R-Texas), non è stato coinvolto nei negoziati.

“C’è un enorme input dal nostro caucus su come sono strutturate queste fatture e cosa c’è in esse”, ha detto DeLauro in una breve intervista. “Li aiuteremo a soddisfare le loro aspettative. Ci sono anche programmi sociali. Mi aspetto supporto.

Schumer ha detto mercoledì mattina che il quadro è stato “un grande passo nella giusta direzione”, anche se “abbiamo ancora molta strada da fare”. In un discorso in aula, ha caratterizzato il profilo ancora da rivelare come “un approccio equilibrato perché sarà vantaggioso per entrambe le parti”.

Ha anche affermato che l’ultimo pacchetto di spesa di fine anno include una revisione dell’Election Counting Act, una legge obsoleta che l’ex presidente Donald Trump ha cercato di manipolare per cambiare i risultati delle elezioni del 2020, oltre a decine di miliardi di dollari in fondi di emergenza . Soldi per l’Ucraina.

Mercoledì i repubblicani del Senato hanno tenuto una teleconferenza speciale in cui si sono concentrati su una strategia per evitare un’altra lotta alla spesa di fine anno il prossimo anno, discutendo su come usare la loro influenza in aula al Senato e su come risolvere la lotta sul tetto del debito. . E alcuni senatori del GOP non darebbero alcuna garanzia di consentire l’approvazione facile di un ripiego o di un disegno di legge di finanziamento globale.

“Non preannunciavo mai quali passi pratici posso intraprendere per qualcosa del genere; deve essere una decisione in tempo reale. Siamo preoccupati al riguardo”, ha detto Sen. Mike Lee (R-Utah).

Nel frattempo il sen. Rick Scott (R-Fla.) ha detto “Prenderò una decisione mentre vediamo cosa succede”.

Durante una conferenza stampa di mercoledì, un piccolo gruppo di senatori repubblicani conservatori non ha detto se si sarebbero opposti a un rapido superamento del termine di una settimana. Invece, hanno ribadito la loro spinta per una patch fiscale a breve termine all’inizio del prossimo anno che consentirebbe ai repubblicani della Camera di intervenire.

Secondo Chen, l’argomento è emerso anche durante il pranzo del GOP. Kevin Cramer (RN.D.), si è detto “probabilmente” non in linea di massima d’accordo.

“La maggior parte di noi vuole sapere una domanda molto semplice: ‘Qual è davvero la tassa massima?'”, ha detto Cramer, riferendosi ai livelli di spesa complessivi. “C’è molta frustrazione per la mancanza di una linea superiore, la mancanza di altri dettagli… Alla fine della giornata, ci saranno abbastanza persone per superare un test. [comprehensive spending deal] E un gruppo di persone ne sarà sconvolto, ci saranno più voti e nulla cambierà.

Sebbene gli sponsor abbiano annunciato il loro accordo martedì sera, non hanno rilasciato dettagli sul quadro di finanziamento bipartisan, mantenendo i dettagli nascosti per evitare di accendere l’opposizione al massiccio conto di spesa che deve ancora essere ufficialmente riunito. Ma i negoziatori hanno per lo più stabilito un budget per la difesa di circa 858 miliardi di dollari, che rappresenta un aumento del 10% rispetto agli attuali livelli di finanziamento.

Uno dei principali ostacoli tra le due parti è stato il raggiungimento di un accordo sui livelli di finanziamento per i progetti nazionali. DeLauro e il presidente uscente degli stanziamenti del Senato Patrick Leah (D-Vt.) si è battuto per aumenti della spesa sociale progettati per tenere il passo con l’inflazione, sostenendo che un ampio budget militare non sarebbe arrivato con finanziamenti non garantiti.

Ma i repubblicani hanno insistito sul fatto che le priorità di spesa interna dei democratici sono state soddisfatte dalle fatture fiscali del partito negli ultimi due anni. Pertanto, il partito di maggioranza potrebbe dover accontentarsi di una spesa sociale inferiore a quella inizialmente desiderata.

“Sono lieto che i nostri colleghi democratici abbiano finalmente accettato la realtà e concordato con la posizione del Partito Repubblicano secondo cui la nostra sicurezza nazionale deve essere una priorità”, ha affermato il leader del GOP al Senato. Mitch McConnel ha detto sul pavimento mercoledì mattina.

“Il finanziamento della difesa è un dovere bipartisan fondamentale del nostro governo, non qualcosa che ottiene trattamenti speciali per i democratici”, ha affermato.

McConnell, che ha affermato di sostenere un pacchetto di spesa finale di fine anno, ha affermato che gli appropriatori dovrebbero terminare il loro lavoro la prossima settimana o che i repubblicani sosterrebbero una pausa all’inizio del prossimo anno.

I senatori del GOP non torneranno fino a dopo la pausa per finire di lavorare su un accordo di spesa globale, ha detto martedì McConnell.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.