La dieta del grano in India allevia la crisi. Poi vietata l’esportazione

“Abbiamo già cibo a sufficienza per la nostra gente, ma sembra che i nostri agricoltori abbiano preso accordi per sfamare il mondo”, ha detto Modi Disse In Aprile. Siamo pronti a inviare soccorso da domani.
È il secondo produttore di grano al mondo dopo la Cina Il discorso era già in corso. Nei 12 mesi fino a marzo, l’India ha monetizzato l’aumento dei prezzi globali, con esportazioni a Il record è di 7 milioni di tonnellate Di grano. Questo è il 250% in più rispetto ai volumi dell’anno precedente. Ha anche fissato obiettivi record di esportazione per il prossimo anno.
Ora, quegli alti obiettivi sono stati abbandonati e il grano è stato esportato Proibito Come pericolo di vita Ondate di calore Nell’Asia meridionale Fai acrobazie e spingi i prezzi locali a livelli record.
La mossa è stata uno shock per i mercati internazionali lunedì, pochi giorni dopo che l’India ha assicurato al mondo che non aveva precedenti. Ondata di caldo Non può Impatto I suoi piani di esportazione. I prezzi globali del grano sono aumentati del 6%, con i futures scambiati a Chicago che hanno raggiunto $ 12,4 lo staio, il livello più alto in due mesi. Il futuro del grano è leggermente diminuito martedì, ma è aumentato di quasi il 50% dall’inizio della guerra.
Sebbene l’India sia un importante produttore di grano – si prevede che il paese produrrà oltre 100 milioni di tonnellate quest’anno – la maggior parte dei cereali viene utilizzata per sfamare i suoi 1,3 miliardi di abitanti. Con il consenso dello stesso governo, il Paese”Non tra i primi 10 posti Esportatori di grano”.

Ma l’avvertimento del suo embargo sulle esportazioni sottolinea la debolezza dell’approvvigionamento alimentare globale.

Come siamo arrivati ​​qui?

L’invasione russa dell’Ucraina Uno ha contribuito Shock storico La Banca mondiale ha dichiarato il mese scorso che continuerà a puntare sui mercati globali delle materie prime entro la fine del 2024. I prezzi dei generi alimentari dovrebbero aumentare del 22,9% quest’anno, trainati da un aumento del 40% dei prezzi del grano.
Questo perché Ucraina e Russia stanno insieme Account Circa il 14% della produzione mondiale di grano e il 29% di tutte le esportazioni di grano. Grandi esportazioni Poiché Odessa e gli altri suoi porti del Mar Nero sono assediati dalle forze russe, le esportazioni agricole verso l’Ucraina, tra cui circa 20 milioni di tonnellate di grano, sono bloccate.

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, l’Ucraina è uno dei primi cinque esportatori mondiali di vari importanti prodotti agricoli, tra cui mais, grano e orzo. È uno dei principali esportatori di olio di girasole e cibo.

Ma prima che iniziassero i combattimenti in Europa, la situazione alimentare era disastrosa. Le catene di approvvigionamento e i modelli meteorologici imprevedibili, spesso a causa del cambiamento climatico, hanno già spinto i prezzi dei generi alimentari al livello più alto degli ultimi dieci anni. Anche l’accessibilità economica è stata un problema dopo che l’epidemia ha lasciato milioni di persone senza lavoro.

L’ONU stima che il numero di persone sull’orlo della carestia salirà da 27 milioni nel 2019 a 44 milioni. Programma alimentare mondiale Detto a marzo.

Dopo la promessa di Modi, molti paesi vulnerabili si sono impadroniti delle merci dall’India.

“Esportazioni di grano indiano Quest’anno è molto importante nel contesto della crisi Russia-Ucraina “, ha affermato Oscar Dijagra, analista senior di cereali e semi oleosi presso Rabobank.

“Il divieto ridurrà la disponibilità di grano globale per l’esportazione nel 2022 e fornirà supporto per i prezzi globali del grano”, ha aggiunto.

La politica di inversione di marcia di Nuova Delhi sul grano è già stata rispettata Recensione dei membri del G7Organizzazione di alcune delle più grandi economie del mondo.

Lunedì, l’ambasciatrice statunitense alle Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield ha affermato di sperare che le autorità indiane “riconsiderino questa posizione”.

“Incoraggiamo i paesi a non limitare le esportazioni perché riteniamo che qualsiasi restrizione alle esportazioni aumenterà la carenza di cibo”. Ha detto in una conferenza stampa In New York.

Aumento della sicurezza alimentare

L’India ha affermato che le restrizioni sono necessarie per la propria sicurezza alimentare e il controllo dei prezzi. L’inflazione annuale nella terza economia più grande dell’Asia ha raggiunto il picco ad aprile, il livello più alto in quasi otto anni, affermano alcuni trader. Divieto di esportazione richiesto.

Il governo ha affermato che le restrizioni non si applicano “nei casi in cui gli impegni preliminari sono stati presi da commercianti privati” e non si applicano ai paesi che cercano beni “per soddisfare le loro esigenze di sicurezza alimentare”.

Giovedì 28 aprile 2022, un contadino indiano raccoglie un raccolto di grano in un campo alla periferia di Jammu, in India.

Secondo Dijagra, queste eccezioni dovrebbero essere considerate “buone notizie”, ma la barriera rende difficile valutare l’impatto sul commercio globale.

Ha aggiunto che “la gravità dell’impatto” del divieto “dipende ancora dalla quantità di esportazioni di grano indiano consentite dal governo e dal volume della produzione di grano da altri produttori mondiali di grano”.

Alcuni analisti in India affermano che consentire esportazioni illimitate all’inizio è una cattiva idea.

“Non sappiamo cosa accadrà al clima dell’India”, ha detto alla CNN Business Devinder Sharma, un esperto di politica agricola indiano.

Secondo l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), l’India è uno dei paesi con maggiori probabilità di essere colpiti dagli effetti della crisi climatica.

Se le colture vengono distrutte a causa di condizioni meteorologiche imprevedibili, l’India dovrà affrontare la carenza di cibo e “starà con una ciotola per l’elemosina”, ha aggiunto Sharma.

Metà dei tuoi generi alimentari sono olio di palma.  Ecco perché i prezzi possono aumentare

L’India non è l’unico Paese che guarda all’interno E limita le esportazioni agricole.

Ad aprile, l’Indonesia ha iniziato a limitare le esportazioni olio di palma, Un ingrediente comune che si trova in molti alimenti, cosmetici e articoli per la casa in tutto il mondo. È il miglior produttore di prodotti al mondo.
Solo un mese fa, Egitto Il mondo arabo ha vietato l’esportazione di prodotti alimentari chiave come grano, farina, legumi e fagioli in mezzo alle crescenti preoccupazioni per le scorte alimentari nello stato più popoloso del mondo.

“Poiché l’inflazione è già in aumento in Asia, i rischi si stanno spostando verso una maggiore sicurezza alimentare, ma queste misure potrebbero esacerbare le pressioni sui prezzi alimentari globali”, ha affermato sabato l’analista di Nomura Sonal Verma.

Ha aggiunto che l’impatto dell’embargo sul grano dell’India sarebbe “proporzionalmente sentito dai paesi in via di sviluppo a basso reddito”.

Nomura ha affermato che il Bangladesh è il più grande esportatore di grano dell’India, seguito da Sri Lanka, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Yemen, Filippine e Nepal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.