La Gran Bretagna ha la sua giornata più calda mai registrata

LONDRA, 18 luglio (Reuters) – La Gran Bretagna ha avuto la sua giornata più calda lunedì, con temperature previste per raggiungere per la prima volta i 40 gradi Celsius. Casa.

Gran parte dell’Europa sta cuocendo in un’ondata di caldo che ha spinto le temperature fino alla metà dei 40 gradi Celsius (oltre 110 Fahrenheit) in alcune aree, con incendi in corso in Portogallo, Spagna e Francia. leggi di più

Il governo britannico ha attivato un’allerta di “emergenza nazionale” poiché si prevede che le temperature lunedì e martedì supereranno i 38,7°C (102°F) registrati ai giardini botanici dell’Università di Cambridge nel 2019.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Nel pomeriggio sono state registrate letture di quasi 35°C nell’Inghilterra meridionale.

“Sono state 48 ore difficili prima del nostro arrivo”, ha detto alla radio della BBC Kit Malthouse, il ministro responsabile dell’integrazione del governo. Presiederà quindi una riunione del comitato di risposta alle emergenze del governo.

La National Rail Network ha esortato i passeggeri a non viaggiare in modo non essenziale e ha affermato che alcuni servizi, inclusa una linea chiave tra il nord-est dell’Inghilterra e Londra, non sarebbero operativi in ​​alcune aree martedì.

La rete della metropolitana di Londra ha imposto limitazioni di velocità temporanee, il che significa che i viaggi impiegheranno più tempo del solito per eseguire un servizio ridotto. Ha anche esortato i viaggiatori a rimanere a casa.

Jake Kelly di Network Rail ha detto che sperava che le normali operazioni riprendessero mercoledì, quando si prevede un calo delle temperature, ma ciò “dipenderebbe dai danni che il tempo farà alle infrastrutture nei prossimi due giorni”.

Allerta alta

Il governo ha insistito sul fatto che le scuole rimanessero aperte, ma con molte chiusure prima del solito, le richieste di uniformi normali sono state ritirate e le giornate sportive di fine anno sono state cancellate. Alcune scuole sono state chiuse, ricorrendo a lezioni online in stile lockdown.

Il pubblico è stato avvertito di non nuotare in acque libere per rinfrescarsi, poiché la polizia nel nord-est dell’Inghilterra ha recuperato il corpo di un ragazzo di 13 anni che aveva lottato in un fiume lunedì.

Un importante zoo di Chester ha dichiarato che chiuderà per due giorni, mentre lo zoo di Londra e lo zoo di Whipsnade hanno affermato che molti animali potrebbero ritirarsi nelle “zone più fredde” e alcune mostre potrebbero chiudersi.

Alcune fabbriche hanno anticipato l’orario di apertura per evitare che i lavoratori in lavori caldi come la saldatura si ammali.

Lunedì e martedì l’Health Safety Agency (UKHSA) ha alzato l’allerta sanitaria al livello 4 per la prima volta nel Regno Unito.

Il Met Office britannico definisce un’allerta di livello 4 un’emergenza nazionale, quando un’ondata di caldo è “così grave e/o prolungata che i suoi effetti si estendono oltre il sistema sanitario e sociale. In questo caso, possono verificarsi malattie e morte. In forma e in salute, ad alto rischio Non solo in gruppo”.

Il Met Office ha affermato che sarebbero necessarie modifiche “significative” alle routine di lavoro e alle routine quotidiane e vi era un alto rischio di malfunzionamento dei sistemi e delle apparecchiature sensibili al calore, con conseguente perdita localizzata di elettricità, acqua o servizi di telefonia mobile.

Malthouse ha detto che il governo era preparato per il clima estremo e stava cercando di imparare da esso.

“Dobbiamo assolutamente adattare alcune delle nostre infrastrutture alla luce del modo in cui costruiamo edifici, il modo in cui operiamo e la frequenza di questi eventi sembra aumentare”, ha affermato.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reporting di Kate Holden e Michael Holden; Montaggio: William Schomberg e Alex Richardson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.