Le azioni statunitensi scivolano con l’aumento dei rendimenti, la Fed se ne accorge

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • La Fed incombe sui mercati più ampi, il dollaro sale
  • Il petrolio scende a causa delle preoccupazioni sulla domanda, scongiurato lo sciopero ferroviario degli Stati Uniti
  • I rendimenti del Tesoro aumentano quando il petrolio e l’oro scendono

NEW YORK, 15 settembre (Reuters) – Gli indici di Wall Street erano saldamente in rosso durante la sessione di giovedì dopo un inizio poco brillante, mentre i rendimenti obbligazionari sono aumentati mentre gli investitori hanno digerito i dati economici.

I futures petroliferi sono scesi di oltre il 3% a causa delle preoccupazioni sulla domanda e di un tentativo di accordo per scongiurare uno sciopero ferroviario degli Stati Uniti, nonché della continua forza del dollaro USA sulle aspettative di un forte aumento dei tassi statunitensi. leggi di più

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono rimbalzate inaspettatamente ad agosto quando gli americani hanno approfittato dei prezzi più bassi della benzina, dell’aumento degli acquisti di autoveicoli e hanno mangiato più cibo, hanno mostrato i dati economici. Ma i dati di luglio sono stati rivisti al ribasso, invece di mostrare un calo delle vendite al dettaglio, come riportato in precedenza.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Separatamente, il Dipartimento del lavoro ha affermato che le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione statali sono scese al livello più basso da fine maggio nella settimana terminata il 10 settembre. leggi di più

Gli investitori si aspettano ampiamente un serio aumento dei tassi dopo la riunione del Federal Open Market Committee (FOMC) della prossima settimana, ma aspettano nervosamente gli spunti del presidente della Fed Jerome Powell sulle future mosse politiche, ha affermato Quincy Krosby, chief global strategist di LPL Financial.

“Il mercato rimane attivo sapendo che la riunione della Fed è la prossima settimana. Mentre i partecipanti concordano sul fatto che è probabile un aumento di 75 punti base, sono preoccupati per il commento precedente e per ciò che il presidente Powell ha detto nella sua conferenza stampa”, ha affermato Crosby.

Media industriale del Dow Jones (.DJI) 173,07 punti o 0,56% fino a 30.962,02; S&P 500 (.SPX) Il Nasdaq Composite ha perso 44,69 punti, o l’1,13%, a 3.901,32. (.IXIC) 167,32 punti o 1,43% in calo a 11.552,36.

La misura MSCI delle azioni nel mondo (.MIWD00000PUS) Le azioni dei mercati emergenti sono scese dello 0,96% durante il periodo (.MSCIEF) 0,57% perso.

Azioni, obbligazioni e valute hanno mostrato al mercato giovedì “c’è la sensazione crescente che la Fed aumenterà in modo più aggressivo la prossima settimana”, ha affermato Scott Lautner, chief investment officer di Horizon Investments a Charlotte, nella Carolina del Nord.

Notando in particolare il mercato del lavoro ancora forte, Lautner ha affermato che “i numeri economici pubblicati oggi hanno messo un inchino sulla situazione”.

I rendimenti del Tesoro hanno raggiunto i nuovi massimi da 15 anni in due anni, dopo che i dati sulle vendite al dettaglio e sui crediti di disoccupazione hanno mostrato un’economia resiliente, dando alla banca centrale spazio sufficiente per aumentare i tassi di interesse in modo aggressivo.

Lo spread tra i rendimenti dei Treasury a 2 e 10 anni si è ulteriormente ampliato a -41,4 punti base, rispetto ai -13,0 bps di una settimana fa.

Le note di riferimento a 10 anni sono aumentate di 4,5 punti base al 3,457% dal 3,412% alla fine di mercoledì. L’obbligazione a 30 anni è scesa di prezzo 5/32 dal 3,469% al rendimento del 3,4779%. La nota a 2 anni è scesa di prezzo l’ultima volta il 32/5 per produrre il 3,8646% dal 3,782%.

“In questo circolo vizioso, i dati continueranno a essere resilienti, indicando una banca centrale che sicuramente continuerà e continuerà a inasprire la politica”, ha affermato Subatra Rajappa, responsabile della strategia dei tassi statunitensi presso la Société Générale di New York.

Giovedì, a smorzare il sentimento degli investitori è stata anche la valutazione della Banca mondiale secondo cui il mondo potrebbe essere diretto verso una recessione globale poiché le banche centrali di tutto il mondo alzano contemporaneamente i tassi di interesse per combattere l’inflazione stagnante. leggi di più

Tra le valute il dollaro è stato leggermente più alto rispetto allo yen, mentre il franco svizzero ha raggiunto il suo livello più forte nei confronti dell’euro dal 2015. leggi di più

L’indice del dollaro, che misura il biglietto verde rispetto a un paniere di valute principali, è salito dello 0,091%, mentre l’euro è salito dello 0,18% a $0,9995.

Lo yen giapponese si è indebolito dello 0,19% rispetto al biglietto verde a 143,44 per dollaro, mentre la sterlina è stata scambiata l’ultima volta a $ 1,1469, in calo dello 0,57% nella giornata.

I timori di uno sciopero delle ferrovie statunitensi, prima di un accordo di lavoro provvisorio, hanno sostenuto i prezzi del petrolio mercoledì a causa delle preoccupazioni sull’offerta. Inoltre, l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha dichiarato questa settimana che la crescita della domanda di petrolio si fermerà nel quarto trimestre.

Il greggio statunitense è sceso del 3,82% a 85,10 dollari al barile, mentre il Brent è sceso del 3,46% a 90,84 dollari.

L’oro è sceso al livello più basso da aprile 2021, colpito da rendimenti del Tesoro USA più bassi e da un dollaro più solido, poiché le scommesse su un altro enorme aumento dei tassi della banca centrale hanno eroso l’attrattiva dei lingotti.

L’oro spot è sceso dell’1,9% a $ 1.664,46 l’oncia. I futures sull’oro USA sono scesi del 2,02% a 1.662,30 dollari l’oncia.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Ulteriori servizi di Herbert Lash a New York, Mark Jones a Londra, Stefano Repado a Milano, Tom Westbrook a Singapore e Wayne Cole a Sydney; Montaggio di Kirsten Donovan e Jonathan Otis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.