Le due Coree si sono scambiate manifestazioni di allerta vicino al confine marittimo tra le tensioni

SEOUL, 24 ott (Reuters) – La Corea del Nord e quella del Sud si sono scambiate lunedì colpi di avvertimento al largo della costa occidentale, accusandosi a vicenda di aver violato i loro confini marittimi in mezzo alle crescenti tensioni militari.

Il Joint Chiefs of Staff (JCS) del sud ha dichiarato di aver trasmesso avvertimenti e sparato colpi di avvertimento alle 3:40 (1840 GMT) per cercare una nave mercantile nordcoreana che ha attraversato la linea di demarcazione settentrionale, il confine marittimo de facto. Domenica).

L’esercito del Nord ha affermato che una nave della marina sudcoreana ha violato l’NLL e ha sparato 10 proiettili di artiglieria missilistica dopo aver sparato colpi di avvertimento “con il pretesto di rintracciare una nave non identificata”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Abbiamo ordinato le contromisure iniziali per eliminare con la forza la nave da guerra nemica”, ha detto un portavoce dello stato maggiore dell’esercito popolare nordcoreano, secondo l’agenzia di stampa ufficiale KCNA.

Il JCS ha affermato di aver condotto una “normale operazione” in risposta all’incursione al confine e ha affermato che la mossa del Nord ha violato un accordo militare bilaterale del 2018 che vietava “atti ostili” nelle aree di confine.

“Ribadiamo il nostro appello alla Corea del Nord affinché fermi immediatamente le sue continue provocazioni e accuse che danneggiano la pace e la stabilità della penisola coreana e della comunità internazionale”, ha affermato il JCS in una nota.

L’ultimo scontro a fuoco arriva in mezzo a tensioni accresciute, con il Nord che effettua test sulle armi a un ritmo senza precedenti quest’anno.

Nelle ultime settimane, la Corea del Nord ha lanciato missili a corto raggio e centinaia di pezzi di artiglieria lungo le sue coste orientali e occidentali in più occasioni per protestare contro le azioni militari della Corea del Sud.

La scorsa settimana le truppe della Corea del Sud hanno iniziato le loro esercitazioni annuali di autodifesa di Hokuk, progettate per durare fino al 28 ottobre e aumentare le proprie capacità e quelle congiunte con gli Stati Uniti per contrastare le minacce nucleari e missilistiche del Nord.

Come parte del programma, le forze navali sudcoreane hanno dichiarato lunedì che terranno un’esercitazione di quattro giorni al largo della costa occidentale che coinvolgerà circa 20 navi da guerra, tra cui un cacciatorpediniere equipaggiato con Aegis ed elicotteri d’attacco Apache e mezzi statunitensi come l’A-10. Aereo d’attacco.

Pyongyang ha reagito con rabbia agli esercizi, definendoli provocazioni e minacciando contromisure. Seoul e Washington affermano che le loro esercitazioni sono difensive e mirano a scoraggiare il Nord.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Segnalazioni di Soo-hyang Choi e Hyonhee Shin; Montaggio di Diane Croft, Stephen Coates e Jerry Doyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.