Le truppe indo-cinesi si scontrano sul confine conteso


Nuova Delhi
Cnn

indiano E Cinese Le truppe si sono scontrate sul conteso confine himalayano, il primo incidente noto tra le due potenze asiatiche dotate di armi nucleari in quasi due anni.

Soldati di entrambe le parti hanno riportato lievi ferite nello scontro di venerdì nel settore di Tawang, nella regione nord-orientale dell’Arunachal Pradesh, ha riferito il ministero della Difesa indiano.

2.100 miglia di lunghezza (3.379 km) Confine conteso A lungo fonte di attrito tra Nuova Delhi e Pechino, le tensioni sono aumentate bruscamente durante il passaggio di consegne di giugno 2020. Lotta tra le due parti Almeno 20 soldati indiani e quattro cinesi sono stati uccisi ad Aksai Chin-Ladakh.

Martedì, parlando ai legislatori, il ministro della Difesa indiano Rajnath Singh ha accusato le truppe dell’Esercito popolare di liberazione cinese (PLA) di tentare di cambiare lo status quo attraversando “unilateralmente” la linea di controllo effettivo (LAC), il confine de facto tra i due paesi.

“La conseguente scaramuccia ha portato a un combattimento fisico in cui l’esercito indiano ha valorosamente impedito al PLA di sconfinare nel nostro territorio e li ha costretti a tornare alle loro posizioni”, ha detto Singh, aggiungendo che non ci sono stati feriti gravi da parte indiana.

Nella sua precedente dichiarazione, il ministero della Difesa indiano ha affermato che entrambe le parti si sono “immediatamente ritirate dall’area” e che i comandanti dei rispettivi paesi hanno tenuto una riunione di bandiera per discutere la questione “in conformità con meccanismi strutturati per il ripristino della pace e della tranquillità “.

Singh ha detto che l’incontro ha avuto luogo domenica e alla parte cinese è stato chiesto di “astenersi da tali attività e mantenere la pace e la tranquillità lungo il confine”. Ha aggiunto che la questione è stata risolta anche attraverso i canali diplomatici.

Il ministero degli Esteri cinese non ha riconosciuto direttamente l’incidente in una conferenza stampa regolarmente programmata martedì.

“Per quanto ne sappiamo, l’area di confine Cina-India è generalmente stabile ed entrambe le parti mantengono una comunicazione fluida attraverso canali diplomatici e militari su questioni relative al confine”, ha affermato il portavoce Wang Wenbin. I corrispondenti sono “specifici” per “autorità competenti”.

La Cina spera che l’India sia “dalla stessa parte per proteggere insieme la pace e la stabilità del confine sino-indiano”.

India e Cina entrarono in guerra al loro confine nel 1962 e alla fine fondarono il LAC. Ma i due paesi non sono d’accordo sulla sua precisa ubicazione, ed entrambi continuano ad accusare l’altro di invadere o cercare di espandere il proprio territorio. Nel corso degli anni, sono continuate scaramucce spesso non fatali sullo stato del confine, compreso l’esempio più recentemente conosciuto. Nel 2021Secondo un rapporto dell’esercito indiano dell’epoca.

A settembre, il governo indiano ha dichiarato che erano presenti truppe indiane e cinesi iniziato a ritirarsi Dalla regione di confine di Khogra-Hotsprings nell’Himalaya occidentale, due anni dopo le scaramucce di confine ruppero le relazioni diplomatiche.

Quella dichiarazione è arrivata prima di a Vertice regionale in Uzbekistan Erano presenti il ​​primo ministro indiano Narendra Modi e il presidente cinese Xi Jinping.

Le attività nella regione sono attentamente monitorate da entrambe le parti.

Il 30 novembre, il ministero degli Esteri cinese ha criticato le esercitazioni congiunte ad alta quota tra truppe statunitensi e indiane nell’Uttarakhand dell’India settentrionale, affermando che le esercitazioni “non hanno contribuito a creare fiducia reciproca” e Pechino ha espresso preoccupazione per Nuova Delhi.

La Cina è stata diffidente nei confronti delle relazioni dell’India con gli Stati Uniti negli ultimi anni poiché le relazioni sino-americane sono diventate tese e il dialogo sulla sicurezza Quad, che include India, Stati Uniti e alleati degli Stati Uniti, Giappone e Australia, è diventato più attivo.

Modi e il presidente cinese Xi si sono incontrati l’ultima volta al vertice del Gruppo dei 20 (G20) a Bali il mese scorso, dove i due si sono stretti la mano ma non si sono seduti.

Parlando in parlamento la scorsa settimana prima della situazione di stallo, il ministro degli Esteri indiano Subramaniam Jaishankar ha affermato che le relazioni sino-indiane sono state “insolite” negli ultimi anni a causa delle preoccupazioni sui confini e che Nuova Delhi è stata “diplomaticamente molto chiara” con la Cina. “Non tollereranno tentativi di cambiare unilateralmente” il LAC.

“Così Finché continuano a cercare di farlo, se hanno accumulato forze nelle aree di confine che ci preoccupano seriamente, il nostro rapporto non è normale”, ha detto Jaishankar in risposta a una domanda sulla Cina. India Relations ha affermato che i comandanti militari “si impegnavano costantemente l’un l’altro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.