L’FBI esegue un mandato di perquisizione a Mar-a-Lago di Trump



CNN

Lunedì l’FBI ha eseguito un mandato di perquisizione Donald TrumpIl resort Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, fa parte di un’indagine sul trattamento dei documenti presidenziali, compresi i documenti riservati, portati in Florida, secondo tre persone che hanno familiarità con la situazione.

Trump ha confermato che gli agenti dell’FBI erano a Mar-a-Lago e ha detto che “hanno violato anche la mia sicurezza”.

“La mia bella casa a Palm Beach, in Florida, Mar-a-Lago, è attualmente isolata, perquisita e occupata da un folto gruppo di agenti dell’FBI”, ha detto in una dichiarazione lunedì sera.

L’ex presidente non era in Florida al momento dell’esecuzione del mandato di perquisizione.

La ricerca è iniziata lunedì mattina presto e le forze dell’ordine si sono concentrate sull’area del club in cui si trovano gli uffici e le residenze private di Trump, ha detto una persona a conoscenza della questione.

Il Dipartimento di Giustizia ha rifiutato di commentare alla CNN, così come la Casa Bianca. Un funzionario della Casa Bianca ha affermato di non essere stato informato della perquisizione.

La CNN ha contattato l’FBI per un commento.

Il Dipartimento di Giustizia ha due indagini attive relative all’ex presidente, una sul tentativo di modificare le elezioni presidenziali del 2020 e il 6 gennaio 2021, e l’altra sul trattamento di documenti riservati.

Gli archivi nazionali, incaricati di raccogliere e smistare gli effetti personali del presidente, hanno precedentemente affermato che almeno 15 scatole di documenti della Casa Bianca sono state recuperate dal resort di Trump a Mar-a-Lago. Alcuni sono stati classificati.

Ad aprile e maggio, gli assistenti di Trump a Mar-a-Lago sono stati intervistati dall’FBI nell’ambito di un’indagine sulla gestione dei documenti da parte del presidente, secondo una fonte a conoscenza della questione.

Questa storia si sta diffondendo e verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.