L’interruzione di Twitter colpisce migliaia di utenti in tutto il mondo

28 dicembre (Reuters) – Twitter Inc ha subito una grave interruzione mercoledì, impedendo a decine di migliaia di utenti in tutto il mondo di accedere al popolare sito di social media o di utilizzare le funzionalità principali.

Downdetector, un sito Web che tiene traccia delle interruzioni attraverso varie fonti, comprese le segnalazioni degli utenti, ha mostrato più di 10.000 utenti interessati dagli Stati Uniti, circa 2.500 dal Giappone e circa 2.500 dal Regno Unito al culmine dell’interruzione.

Le segnalazioni di interruzioni di Twitter sono diminuite drasticamente entro mercoledì sera, ha affermato il sito web.

Twitter non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Rete sociale pagina di stato Mostra che tutte le impostazioni funzionano.

Durante l’interruzione, alcuni utenti non sono stati in grado di accedere al proprio account Twitter tramite desktop o laptop. Il problema ha interessato anche funzionalità tra cui app mobili e notifiche.

Altri si sono rivolti a Twitter per condividere aggiornamenti e meme sull’interruzione del servizio, con #TwitterDown di tendenza come hashtag sul sito dei social media.

Alcuni tentativi di accedere a Twitter da un desktop hanno generato un messaggio di errore: “Qualcosa è andato storto, ma non preoccuparti, non è colpa tua. Riproviamo”.

Il CEO di Twitter Elon Musk ha twittato che poteva ancora utilizzare il servizio.

“Lavorando per me”, ha twittato Musk a un utente che ha chiesto se Twitter fosse rotto.

L’interruzione arriva due mesi dopo che l’acquisizione di Twitter da 44 miliardi di dollari da parte di Musk è stata segnata da confusione e polemiche.

Centinaia di dipendenti di Twitter hanno lasciato il gigante dei social media a novembre, inclusi, secondo alcune stime, ingegneri responsabili della correzione dei bug e della prevenzione delle interruzioni del servizio.

Anche altre grandi aziende tecnologiche sono state colpite da interruzioni quest’anno. A luglio, un’interruzione di 19 ore presso Rogers Telecommunications, il più grande operatore di telecomunicazioni del Canada, ha bloccato l’accesso alle banche, ai trasporti e al governo per milioni di persone.

Reportage di Akriti Sharma, Mirunmai Dey e Subendu Deshmukh a Bangalore; Montaggio di Krishna Chandra Eluri e Sam Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.