L’S&P 500 aumenta mentre i mercati si preparano a chiudere una settimana, un mese e un trimestre miserabili

Le azioni erano attive venerdì mentre i trader cercavano di concludere una settimana terribile S&P 500 Un nuovo minimo 2022.

L’S&P 500 è salito dello 0,55%. La media industriale del Dow Jones è aumentata di 52 punti, o dello 0,18%, mentre il composito Nasdaq è salito dell’1,02%.

Il rapporto sull’inflazione pubblicato venerdì da vicino dalla Federal Reserve lo mostra I prezzi hanno continuato a salire a un ritmo rapido.

Venerdì, il vicepresidente della Fed Lael Brainard Ha sottolineato la necessità di ridurre l’inflazioneDice che la banca centrale è “impegnata a evitare prelievi prematuri” dalla politica monetaria accomodante.

Nike Le azioni sono scese drasticamente nel loro giorno peggiore dal 2001 Le vendite sono aumentate, ma i problemi relativi alla catena di approvvigionamento e all’inventario hanno ostacolato i profitti Nel primo trimestre del suo anno fiscale. Il titolo è sceso del 13%.

Le azioni sono state vendute giovedì, con il Dow che ha perso oltre l’1% e l’S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno perso oltre il 2%. Gli investitori hanno valutato le preoccupazioni circa le future decisioni di aumento dei tassi della banca centrale e l’impatto sul mercato.

Tali perdite hanno accelerato le medie principali verso perdite settimanali più acute. L’S&P 500 è in calo dell’1% per la settimana. Il Dow è sceso dell’1,1% e il Nasdaq dello 0,2%.

“Il mercato puzza”, ha affermato Jamie Cox, managing partner di Harris Financial Group. “Ma è fondamentalmente ciò che vuole la banca centrale: inasprire le condizioni finanziarie e sperano che ciò contribuirà a ridurre l’inflazione a un livello che possono accettare. E usano il meccanismo di scambio del mercato per farlo”.

Il venerdì segna anche l’ultimo giorno del mese e il terzo trimestre. Per settembre, l’S&P 500 e il Dow sono scesi ciascuno di oltre il 7% alla chiusura di giovedì. Questa sarebbe la peggiore performance mensile del Dow da marzo 2020 e il più grande calo di un mese dell’S&P 500 da giugno. Il Nasdaq è diretto alla sua più grande perdita mensile da aprile, perdendo il 9,1%.

Nel trimestre fino ad oggi, l’S&P 500 e il Nasdaq si stanno dirigendo verso una perdita rispettivamente del 4% e del 2,7% rispetto ai tre trimestri del 2009. Il Dow è sceso del 5,4% nel terzo trimestre ed è in procinto di registrare il suo terzo trimestre consecutivo in perdita per la prima volta dal 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.