NOAA Winter Outlook: Freddo, tempestoso al livello settentrionale con siccità al sud

Commento

I meteorologi NOAA prevedono un inverno mite e secco per il livello meridionale degli Stati Uniti, comprese le aree già colpite dalla siccità della bassa valle del fiume Mississippi e del sud-ovest, con condizioni più fresche e umide previste nel nord-ovest del Pacifico e intorno ai Grandi Laghi.

La previsione è in gran parte guidata dall’aspettativa che La Nina – forse il sistema climatico globale opposto al più noto El Niño – durerà per il terzo inverno consecutivo, cosa che è accaduta solo una manciata di volte negli ultimi 50 anni. . La Niña è associata alle acque più fredde del normale nell’Oceano Pacifico tropicale, ma ha effetti a catena sul clima in tutto il mondo.

Le previsioni del tempo invernale abbondano, ma a cosa dovresti credere?

Questa è una prospettiva incoraggiante per le aree già stressate da una prolungata siccità e potrebbe aumentare i rischi di incendi in parti dell’America centro-meridionale che normalmente non affrontano tali rischi. Secondo l’US Drought Monitor, è probabile che condizioni di siccità prolungate e in aumento nel sud-ovest e in stati come Kansas e Oklahoma.

Ciò significherà continue preoccupazioni per il basso fiume Mississippi C’è difficoltà nel trasporto di merci su chiatte. I meteorologi prevedono che la siccità si svilupperà nella bassa valle del Mississippi e condizioni stagionalmente secche nel bacino del fiume Missouri, sebbene le condizioni di siccità si attenueranno lungo il fiume Ohio.

La mega-siccità in California e in Occidente non rallenterà senza sollievo al bacino asciutto del fiume Colorado E i bacini idrici del sud-ovest come il lago Mead e il lago Powell sono pericolosamente asciutti.

“Questo è parte del motivo per continuare [drought] “La previsione è La Niña, ma anche la natura a lungo termine della siccità”, ha affermato Brad Buck, meteorologo del Climate Prediction Center della NOAA.

Secondo l’ultimo rapporto settimanale del Drought Monitor, più dell’80% degli Stati Uniti continentali sta vivendo condizioni almeno anormalmente asciutte, se non siccità, il tasso più alto dall’inizio dei rapporti nel 2000.

“Circa il 59% del paese sta attualmente soffrendo di siccità, ma parti degli Stati Uniti occidentali e delle Grandi Pianure meridionali saranno colpite più duramente questo inverno”, ha affermato John Gottschalk, capo del ramo di previsione operativa del Climate Center. Rapporto. “Con il sistema climatico di La Nina ancora in atto, le condizioni di siccità si estenderanno probabilmente alla costa del Golfo”.

D’altra parte, si prevede che le precipitazioni invernali siano al di sopra del normale nel Pacifico nord-occidentale e si prevede che anche i sistemi temporaleschi forniranno precipitazioni superiori al normale nella regione dei Grandi Laghi.

Si prevedono condizioni relativamente miti e asciutte lungo un tratto del corridoio dell’Interstate 95 lungo la costa orientale, il che significa che le città da Washington a Boston saranno più vicine al confine tra pioggia e neve per eventuali tempeste che risalgono la costa, ha affermato Gottschalk. .

Più dell’80% degli Stati Uniti sperimenta tempo asciutto

Le previsioni stagionali possono essere una sfida per i meteorologi perché i principali modelli di previsione meteorologica che utilizzano sono progettati per previsioni relativamente a breve termine. L’accuratezza delle previsioni si riduce con circa una settimana di anticipo, quindi per previsioni come quella del NOAA pubblicata giovedì, gli scienziati fanno molto affidamento sui segnali dei modelli climatici globali come La Nina.

In alcuni anni, la previsione stagionale può funzionare peggio di un’ipotesi casuale.

Negli Stati Uniti, La Niña è nota per produrre condizioni più calde e asciutte in tutto il livello meridionale del paese, con condizioni più fresche e umide del normale nel suo livello settentrionale, compreso il Pacifico nord-occidentale e il Midwest. Questo perché tende a spostare la corrente a getto – un gruppo di aria atmosferica che guida i sistemi meteorologici in tutto il continente – verso gli stati settentrionali e il Canada.

Nonostante l’impatto di La Niña, Gottschalck ha affermato che c’è una significativa incertezza nei modelli meteorologici nel centro del paese, dove i meteorologi prevedono un’uguale possibilità di condizioni fredde o miti e modelli asciutti o bagnati. La Niña consentirà una notevole “variabilità da settimana a settimana”, come dimostrato dalla grave ondata di freddo che ha causato una crisi energetica in Texas nel febbraio 2021 e si è diffusa in tutto il paese, ha affermato.

L’inverno sta arrivando: ecco cosa sapere sulle previsioni meteorologiche a lungo termine

Nell’inverno 2020-2021, l’attuale tratto di La Niña è appena iniziato e la stagione è ancora segnata dal freddo storico in tutti gli Stati Uniti. Il vortice polare, una colonna di aria fredda normalmente presente al Polo Nord, si è spostato verso sud, creando alcuni degli inverni più nevosi mai registrati nel profondo sud.

Tuttavia, le previsioni della NOAA per questo inverno corrispondono strettamente ai grafici utilizzati per rappresentare le condizioni classiche di La Niña. Mentre la NOAA utilizza alcuni modelli di previsione a lungo termine per guidare le sue previsioni, le aspettative tipiche di La Niña “servono come prima ipotesi”, ha detto Gottschalck.

Gli impatti di La Niña in tutto il mondo includono condizioni più asciutte in Perù, Cile e Corno d’Africa e maggiori precipitazioni nel sud-est asiatico e in Australia. Il Centro di previsione climatica degli Stati Uniti prevede una probabilità del 75% che La Niña continui almeno per l’inverno.

Quest’anno, le previsioni della NOAA sono coerenti con altre idee convenzionali, comprese le previsioni stagionali pubblicate da AquaWeather e The Weather Channel, che richiedono un’influenza continua di La Niña sui modelli meteorologici.

Quanto è rigido l’inverno? Sei società pubblicano previsioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.