Un avvocato di Trump ha detto al Dipartimento di Giustizia che il materiale classificato è stato ritirato

L’ex presidente Donald J. Almeno uno degli avvocati di Trump ha firmato una dichiarazione scritta a giugno, affermando che il sig. Conferma che tutti gli articoli classificati e inscatolati in un’area di stoccaggio presso la casa e il club di Trump a Mar-a-Lago sono stati restituiti al governo. , ha detto quattro documenti informati.

Un alto ufficiale del controspionaggio della Divisione di Sicurezza Nazionale del Dipartimento di Giustizia, J.I. L’annuncio scritto è stato dato dopo che Pratt ha visitato Mar-a-Lago il 3 giugno.

L’esistenza della dichiarazione firmata, che non era stata precedentemente segnalata, il sig. È un possibile segno che Trump o il suo team non siano stati completamente disponibili con gli investigatori federali sulla questione. Ciò potrebbe aiutare a spiegare perché il dipartimento ha citato una possibile violazione dello statuto penale relativo all’embargo come base per ottenere il mandato utilizzato per condurre una perquisizione diurna nella casa dell’ex presidente lunedì, una mossa insolita che ha creato un putiferio politico. onde.

Sig. Aiuta anche a spiegare ulteriormente la sequenza di eventi che hanno spinto la decisione del Dipartimento di Giustizia di condurre la ricerca dopo mesi di tentativi di risolvere il problema attraverso discussioni con Trump e il suo team.

L’oggetto è un inventario Pubblicato venerdì il sig. Durante la perquisizione, gli agenti dell’FBI hanno sequestrato 11 set di documenti dalla casa di Trump che contenevano una qualche forma di identificazione segreta o classificata, inclusi alcuni di loro “CLASSIFIED/TS/SCI” – abbreviazione di “above”. Informazioni riservate/sensibili.” Le informazioni classificate come tali devono essere visualizzate solo in una struttura governativa sicura.

Non solo era l’area di deposito dove erano custodite le scatole di oggetti noti alla magistratura, ma il sig. La ricerca includeva anche l’ufficio e la residenza di Trump. Il mandato di perquisizione e l’inventario non sigillati venerdì non hanno specificato dove sono stati trovati i documenti contrassegnati come classificati nel campus di Mar-a-Lago.

Sig. Trump ha dichiarato venerdì di aver declassificato tutto il materiale che aveva mentre era in carica. Non ha fornito alcuna documentazione in tal senso.

Apparendo su Fox News venerdì sera, l’autore di destra John Solomon ha nominato Mr. Trump ha nominato Mr. Un “ordine permanente” durante la sua presidenza era che “i documenti rimossi dallo Studio Ovale e portati alla residenza erano considerati classificati nel momento in cui li ha rimossi”.

Taylor Pudovich, un portavoce dell’ex presidente, ha dichiarato sabato: “Come ogni caccia alle streghe mai creata dai Democratici prima, le acque di questo processo senza precedenti e inutili si basano su fughe di notizie suggerite dai media, fonti anonime e nient’altro. Fatti duri”.

Il mandato affermava che gli agenti dell’FBI stavano conducendo la ricerca per cercare prove relative a possibili violazioni dell’Embargo and Spionage Act e delle leggi che impediscono la presa o la distruzione illegale di atti o documenti governativi. Nessuno è stato accusato nel caso, e un mandato di perquisizione da solo non significa che non ci sarà nessuno.

L’anno scorso, i funzionari degli archivi nazionali hanno affermato che il sig. Quando Trump ha lasciato la Casa Bianca alla fine del suo tumultuoso mandato nel gennaio 2021, hanno scoperto che aveva portato con sé un gran numero di documenti e altri articoli del governo. Per gli archivi ai sensi del Presidential Records Act.

Sig. Trump ha restituito 15 scatole di articoli a gennaio di quest’anno. Quando gli archivisti hanno esaminato il materiale, hanno trovato diverse pagine di documenti con segni classificati e hanno deferito la questione al Dipartimento di Giustizia, che ha aperto un’indagine e ha convocato un gran giurì.

In primavera il dipartimento Sig. Ha citato in giudizio Trump per ulteriori documenti che credeva potesse aver avuto. Sebbene abbiano affermato di voler conservare alcuni dei documenti, l’ex presidente è stato ripetutamente esortato dai consiglieri a restituire il resto.



Cosa consideriamo prima di utilizzare fonti anonime.
Come fanno le fonti a conoscere le informazioni? Qual è la loro motivazione per dircelo? Si sono dimostrati affidabili in passato? Possiamo confermare le informazioni? Sebbene queste domande siano soddisfacenti, il Times utilizza fonti anonime come ultima risorsa. Il giornalista e almeno un editore conoscono l’identità della fonte.

Nel tentativo di risolvere la controversia, il sig. Pratt e altri funzionari hanno visitato Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, all’inizio di giugno e si sono incontrati brevemente con il signor Trump mentre erano lì. Sig. I due avvocati di Trump, M. Evan Corcoran e Christina Popp nel ruolo di Mr. Pratt e il piccolo numero di investigatori con cui viaggiava sono stati informati sulla folla.

Sig. Corcoran e la sig. Bob ha detto il sig. Pratt e il suo team si sono presentati ai box, ha detto People.

Mentre due persone raccontavano la visita, il sig. Pratt e il suo team se ne andarono con ulteriore materiale riservato e ricevettero un avviso scritto dall’avvocato di Trump in quel momento.

Poco dopo l’incontro, come riportato da persone, il sig. Pratt, Mr. Ha inviato un’e-mail a Corcoran. Sig. La squadra di Trump ha rispettato.

Il Dipartimento di Giustizia ha citato in giudizio i filmati di sorveglianza di Mar-a-Lago registrati in un periodo di 60 giorni, compresi i filmati dall’esterno del magazzino. Secondo una persona informata sulla questione, il filmato mostra scatole che vengono spostate dentro e fuori dalla stanza dopo un’istanza in cui funzionari del Dipartimento di Giustizia hanno interagito con la squadra di Trump.

Tale attività ha suscitato preoccupazioni tra gli investigatori sulla gestione del materiale. Ufficiali giudiziari e il sig. Quando è stato preso il lungo avanti e indietro tra i consiglieri di Trump, o quando il signor Trump ha richiesto documenti aggiuntivi. Non è chiaro se Trump sia già stato notificato con una citazione.

Negli ultimi mesi il sig. Gli investigatori hanno parlato con una mezza dozzina di attuali assistenti di Trump, con due che spiegano gli approcci. Almeno un testimone ha fornito informazioni agli investigatori che vogliono fare più pressione sul signor Trump, secondo una persona che ha familiarità con l’indagine.

Sig. Le preoccupazioni sulla gestione delle informazioni riservate da parte di Trump risalgono ai primi giorni della sua amministrazione. Sig. Quando Trump ha lasciato l’incarico, il presidente Biden ha fatto rapidamente un passo insolito Impedisce la ricezione di briefing di intelligence Tradizionalmente dato agli ex presidenti, il sig. Ha detto che non ci si poteva fidare di Trump a causa del suo “comportamento irregolare”.

Sig. Anche con Trump in carica, la sicurezza delle informazioni riservate a Mar-a-Lago è stata una preoccupazione per i funzionari del governo. Durante la sua presidenza, il governo ha istituito quello che è noto come SCIF – una struttura di informazioni su aree sensibili – per il sig. Creato per l’uso di Trump mentre è al club.

Esprimendo allarme per i documenti ottenuti da Mar-a-Lago, sabato i capi di due comitati della Camera hanno chiesto al direttore dell’intelligence nazionale Avril D. Haines di condurre una “revisione immediata e valutazione dei danni” e di emettere una declassificazione. Briefing Congress sul potenziale danno alla sicurezza nazionale.

“La condotta dell’ex presidente Trump ha messo a serio rischio la nostra sicurezza nazionale”, ha affermato la presidente del comitato Rep. Carolyn B. Maloney, democratico di New York e presidente del comitato di sorveglianza, e democratico e presidente della California Adam P. della squadra investigativa Schiff, Scritto alla signora Haynes.

Giovedì, il procuratore generale Merrick B. Ghirlanda Ha rilasciato una dichiarazione pubblica Sig. Ha affermato di aver approvato personalmente la decisione di ottenere un mandato di perquisizione per la proprietà di Trump e ha sottolineato che il Dipartimento di Giustizia avrebbe compiuto un passo del genere solo dopo aver tentato misure meno invasive.

Sig. Poco prima che Garland facesse l’annuncio, Mr. Una persona vicina a Trump ha contattato un funzionario del Dipartimento di Giustizia per trasmettere un messaggio dell’ex presidente al procuratore generale. Sig. Il signor Trump ha detto che stava controllando con le persone in tutto il paese e che erano arrabbiati per la ricerca. Garland voleva sapere.

Secondo una persona a conoscenza dello scambio, il sig. Il messaggio che Trump ha voluto trasmettere: “Il Paese è in fiamme. Cosa devo fare per ridurre il calore?”

Il giorno dopo, il sig. Trump ha alternato tra dire di non aver fatto nulla di male e fare affermazioni infondate secondo cui le autorità potrebbero aver conservato prove sulla sua proprietà durante la perquisizione.

Katie Benner E Luke Broadwater Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.