Un testimone di Mar-a-Lago ha detto all’FBI che le scatole sono state spostate nella direzione di Trump

Un membro dello staff di Trump ha detto agli agenti federali di aver spostato scatole di documenti a Mar-a-Lago nella direzione specifica dell’ex presidente, dicono persone che hanno familiarità con l’indagine, e il resoconto del testimone, combinato con i filmati delle telecamere di sicurezza, sono concessioni chiave. Prove del comportamento di Donald Trump quando gli investigatori hanno cercato di ritirare materiale classificato.

Il resoconto del testimone e il filmato descritti nel Washington Post hanno portato l’FBI a perquisire una residenza in Florida e un club privato l’8 agosto, fornendo un resoconto di prima mano delle azioni e delle istruzioni di Trump. I potenziali reati includono embargo, distruzione di documenti governativi o cattiva gestione di informazioni riservate.

Le persone che hanno familiarità con l’indagine hanno detto che gli agenti avevano raccolto testimonianze Dopo che i consiglieri di Trump hanno ricevuto una citazione a maggio per documenti riservati lasciati a Mar-a-Lago, Trump ha detto alle persone di spostare le scatole nel suo appartamento. Quella descrizione degli eventi è stata corroborata dal filmato della telecamera di sicurezza, che mostrava persone che spostavano scatole, Ha detto il popolo, parlando in condizione di anonimato per discutere dell’indagine in corso.

I portavoce del Dipartimento di Giustizia e dell’FBI hanno rifiutato di commentare.

Il portavoce di Trump Taylor Pudovich ha rifiutato di rispondere a domande dettagliate per questo articolo. “L’amministrazione Biden ha armato le forze dell’ordine e fabbricato un documento falso nel disperato tentativo di mantenere il potere politico”, ha affermato Pudovich in una nota. Autorità finale per classificare i record e quali materiali dovrebbero essere classificati.

Budovich ha accusato il Dipartimento di Giustizia di “uno sforzo persistente per far trapelare informazioni false e fuorvianti agli alleati partigiani in notizie false” e che farlo “non è altro che una pericolosa interferenza politica e una giustizia disuguale. In poche parole, questo non è americano… “

Alla Casa Bianca di Trump, i documenti riservati vengono regolarmente gestiti in modo improprio, affermano gli ex aiutanti

Il dipendente di Mar-a-Lago sta collaborando con il Dipartimento di Giustizia ed è stato intervistato più volte da agenti federali che, a conoscenza della situazione, hanno rifiutato di identificare il lavoratore.

Nel primo interrogatorio, il teste ha negato che queste persone maneggiassero documenti importanti o scatole contenenti tali documenti. Quando hanno raccolto le prove, gli agenti hanno deciso di intervistare nuovamente il testimone e la storia del testimone è cambiata radicalmente, hanno detto queste persone. In una seconda intervista, il testimone ha descritto il trasloco di scatole su richiesta di Trump.

Il testimone, ora considerato una parte fondamentale dell’indagine su Mar-a-Lago, ha affermato che le persone avrebbero fornito dettagli sulle presunte azioni dell’ex presidente e istruzioni ai subordinati, forse nel tentativo di contrastare le richieste delle autorità federali di ritirare materiale riservato. e documenti governativi.

Diversi testimoni hanno detto all’FBI che Trump ha cercato di convincere la National Archives and Records Administration e il Dipartimento di giustizia a collaborare perché quelle agenzie avevano cercato per mesi di recuperare documenti governativi sensibili o storici, hanno detto persone che hanno familiarità con la situazione. L’ex presidente è stato irremovibile nelle conversazioni private sul fatto che si sarebbe opposto a quegli sforzi.

Uno dei principali fautori della strategia di cooperazione Alex Cannon, l’avvocato di Trump, ha discusso più volte Il suo cliente Chi è al corrente ha detto che i documenti dovrebbero essere restituiti. Ma le suppliche di consulenti e avvocati sono rimaste nel vuoto per Trump, che questa primavera si è arrabbiato ancora di più. È stata avviata un’indagine della Commissione di sorveglianza della Camera, dicendo agli assistenti che avrebbero “rivoltato” la situazione, secondo le persone che hanno chiesto i suoi commenti. “Questi sono i miei documenti”, ha detto Trump, secondo un aiutante che gli ha parlato.

I dettagli condivisi con The Post rivelano due parti chiave dell’indagine penale che finora sono state avvolte dal segreto: il resoconto di un testimone che ha lavorato per Trump e ha ricevuto istruzioni e la disponibilità dei filmati di sicurezza di Mar-a-Lago. Ha svolto un ruolo importante nel corroborare i resoconti dei testimoni.

Quelle prove hanno aiutato a convincere l’FBI e il Dipartimento di Giustizia a cercare una perquisizione autorizzata dal tribunale della casa, dell’ufficio e di un magazzino di Trump a Mar-a-Lago, che ha portato al sequestro di 103 documenti riservati e detenuti. May non è stata consegnata al governo in risposta alla citazione. Alcuni documenti Descrive le operazioni statunitensi più sorvegliate nel mondo Molti alti funzionari della sicurezza nazionale sono tenuti all’oscuro di loro. Una ricerca dell’8 agosto ha prodotto circa 11.000 documenti non classificati.

Il mancato o potenziale rifiuto di restituire i documenti classificati in risposta a una citazione è al centro dell’indagine Mar-a-Lago del Dipartimento di Giustizia, che è una Molti studi di alto livello, in corso Trump è coinvolto. L’ex presidente rimane una figura molto influente nel Partito Repubblicano e ha apertamente parlato di candidarsi di nuovo alla Casa Bianca nel 2024.

Nell’orbita di Trump, ci sono stati mesi di litigi di accuse e teorie su chi potrebbe collaborare con il governo federale. Alcuni dei più stretti collaboratori dell’ex presidente continuano a lavorare con Trump, con agenti dell’FBI visti nelle loro case per interrogarli e servire citazioni in giudizio.

Lo stato delle principali indagini che coinvolgono Donald Trump

All’interno del Dipartimento di Giustizia e dell’FBI, i resoconti dei testimoni sono mantenuti riservati poiché gli agenti continuano a raccogliere prove nelle indagini di alto profilo. Oltre a voler tenere sotto controllo le informazioni raccolte finora, i funzionari sono preoccupati che l’identità del testimone possa diventare pubblica o che la persona possa subire molestie o minacce da parte dei sostenitori di Trump, hanno detto persone che hanno familiarità con la situazione.

Nel deposito della Corte Suprema di martedì, gli avvocati del Dipartimento di Giustizia sembravano fare riferimento ai resoconti dei testimoni e alle riprese video. Quando hanno scritto: “L’FBI ha rivelato le prove che la risposta alla citazione del gran giurì era incompleta e che i documenti riservati potrebbero essere stati a Mar-a-Lago e potrebbero essere stati compiuti sforzi per ostacolare le indagini”.

Dopo la perquisizione dell’8 agosto, Trump ha offerto diverse difese pubbliche sul motivo per cui i documenti riservati erano a Mar-a-Lago – Ha descritto documenti riservati, suggerendo che l’FBI ha conservato le prove durante la perquisizione e che potrebbe aver avuto il diritto di conservare documenti riservati come ex presidente. Ci sono esperti di diritto della sicurezza nazionale Tali affermazioni sono state in gran parte respinteSuonano stupidi da lontano.

Tra gli oggetti sequestrati a Mar-a-Lago: un dossier sulle capacità nucleari del governo estero

I funzionari degli archivi nazionali hanno iniziato a recuperare i documenti l’anno scorso Alcuni dei documenti presidenziali dell’amministrazione Trump, come le lettere del leader nordcoreano Kim Jong Un, erano scomparsi e si credeva fossero forse in possesso di Trump.

Dopo mesi di avanti e indietro, Trump ha ammesso a gennaio Gira 15 scatole di materiale. Quando gli archivisti hanno esaminato il materiale, 184 documenti sono stati contrassegnati come classificati, inclusi 25 top secret. Secondo i documenti del tribunale, le scatole sono sparse ovunque senza un ordine particolare.

Quella scoperta suggeriva ai funzionari che Trump non aveva consegnato tutti i documenti riservati che aveva. A maggio, una citazione del gran giurì ha chiesto la restituzione di documenti riservati con diversi tipi di identificazione, compresi quelli usati per i segreti sulle armi nucleari.

Secondo i documenti del tribunale, i consiglieri di Trump si sono incontrati con agenti governativi e pubblici ministeri a Mar-a-Lago all’inizio di giugno e hanno consegnato una busta sigillata contenente 38 documenti riservati. I rappresentanti di Trump, secondo i documenti del governo Ha detto all’incontro che è stata condotta una ricerca intensiva Per tutti i documenti classificati nel club.

Quell’incontro che include la visita I consiglieri di Trump hanno detto che scatole di documenti sono state conservate in un ripostiglioSecondo i documenti del tribunale del governo, non hanno soddisfatto gli investigatori del fatto che non erano autorizzati a ispezionare le scatole che hanno visto nel magazzino.

Il team di Trump inizialmente ha detto che le scatole di Mar-a-Lago erano solo ritagli di notizie

Cinque giorni dopo, l’alto funzionario del Dipartimento di Giustizia Jay Pratt ha scritto agli avvocati di Trump per ricordare loro che Mar-a-Lago “non include un luogo sicuro approvato per la memorizzazione di informazioni riservate”. Pratt ha scritto che i documenti classificati “non sono stati adeguatamente gestiti o conservati in un luogo appropriato”.

“Di conseguenza, chiediamo che la stanza a Mar-a-Lago dove erano conservati i documenti sia conservata e che tutte le scatole spostate dalla Casa Bianca a Mar-a-Lago (insieme ad altri oggetti in quella stanza) siano conservate) fino a quando ulteriore avviso Essere protetti in quella stanza.

Gli agenti hanno continuato a raccogliere prove che Trump non ha rispettato le richieste o le citazioni del governo. Dopo una lunga riflessione, Sapendo che era molto insolito per gli agenti federali perquisire la casa di un ex presidente, hanno deciso di ottenere l’approvazione di un giudice per farlo.

La perquisizione dell’8 agosto, nel giro di poche ore, ha declassificato 103 documenti, inclusi 18 documenti riservati, secondo gli atti del tribunale. Le difese militari di un paese straniero, comprese le sue capacità nucleari, hanno tenuto nascosto almeno un documento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.