Venerdì i futures S&P 500 sono scesi leggermente mentre gli investitori attendevano i dati sul lavoro negli Stati Uniti.

I futures S&P 500 sono stati leggermente inferiori all’inizio di venerdì, mentre gli investitori guardavano avanti al rapporto sull’occupazione di novembre.

I future legati all’indice azionario di riferimento sono scesi dello 0,16%. I futures Dow Jones Industrial Average sono scesi dello 0,1% e i futures Nasdaq 100 sono scesi dello 0,33%.

Le azioni delle società tecnologiche sono aumentate nel trading dei risultati post-trimestre. Asana, Scaler e Marvel hanno commesso un errore.

Nel trading regolare, il Dow è sceso di quasi 195 punti e l’S&P 500 è sceso dello 0,09%. Il Nasdaq Composite, fortemente tecnologico, è salito dello 0,13%.

Quelle mosse hanno seguito un mix di dati economici Rapporto sulla spesa per i consumi personali chiave Questo è stato leggermente migliore del previsto su base mensile e un calo maggiore del previsto nell’indice manifatturiero ISM. Il cosiddetto deflatore PCE è una delle misure di inflazione preferite dalla Federal Reserve.

“Presi insieme, questi due set di dati potrebbero segnalare un atterraggio morbido per l’economia statunitense”, ha dichiarato giovedì in una nota Chris Hussey di Goldman Sachs.

Gli investitori si concentrano sul rapporto del Dipartimento del lavoro sui libri paga non agricoli, il tasso di disoccupazione e le retribuzioni orarie in scadenza alle 8:30 di venerdì. Gli economisti si aspettano che l’economia abbia aggiunto 200.000 posti di lavoro a novembre, secondo Dow Jones. Questo è in calo rispetto ai 261.000 aggiunti in ottobre.

Venerdì è l’ultimo rapporto mensile sull’occupazione, in vista della riunione di due giorni della Federal Reserve il 13 e 14 dicembre, in cui si prevede che la banca centrale alzerà di mezzo punto percentuale il tasso obiettivo sui fondi federali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.